02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

9 ottobre 2012

News - Prestiti cari per le troppe spese di istruttoria

Prestiti cari per le troppe spese di istruttoria

Troppo care le spese di istruttoria

Il settore prestiti soffre di una scarsezza cronica di domanda ormai da un anno. Lo ha rilevato a più riprese il Crif, così come nei suoi bollettini Bankitalia ha segnalato, ogni trimestre, una situazione stagnante che si protrae dall’inizio del 2011. Ma è solo la crisi economica a portare gli italiani alla cautela sulle richieste di prestiti bancari? Secondo un’indagine effettuata da CorrierEconomia per Rcs, sono spesso le altissime spese di istruttoria a far fare marcia indietro a tutti quegli italiani desiderosi di chiedere un mini finanziamento.

L’analisi che fanno gli autori dello studio parte da numeri precisi: i tassi sui prestiti si attestano al 15%, quelli sui fidi addirittura al 20%. Dati elevati, che vedono dietro un cervellotico meccanismo dove le spese di istruttoria vanno a incidere non poco sul costo finale del piano di ammortamento. Prendendo in esame finanziamenti sui sette grandi istituti di credito italiani, se si chiede un prestito di 15 mila euro da restituire in 72 rate (questo l’esempio utilizzato da CorrierEconomia), nel piano di ammortamento se ne vanno a restituire oltre 5 mila in più. E questo perché sono raddoppiate in un biennio le spese per l’accensione del contratto per il credito.

Se passiamo a esempi di finanziamenti ben più contenuti, come un prestito finalizzato di 5 mila euro per l’acquisto di un bene o di un servizio preciso, in media nel restituire la somma si sborsano anche tra i 650 e i 750 euro in più. Troppo. Per accendere un prestito di questo tipo ci vogliono tra i 75 e i 100 euro, se se ne chiede uno di 15 mila, se ne pagano 450 soltanto per dare il via alla pratica. Inoltre, fanno notare gli autori dello studio, non va dimenticata la spesa di incasso rata, che si aggira tra i 15 e i 20 euro al mese.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Il profilo dell'autore

Valerio Mingarelli, marchigiano, è giornalista professionista fin dall’età di 28 anni.

Ha cominciato la sua carriera in ambito televisivo (TV Marche e TV 23) per poi passare alla carta stampata nel 2002 scrivendo prima per il Giornale dell’Umbria e poi per il Corriere Adriatico. Dal 2007 è al quotidiano Metro, testata internazionale fra le più diffuse, dove cura le pagine dell’economia scrivendo, fra l’altro, di assicurazioni, risparmio, mutui e immobiliare.

Cerca

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.