02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Tredicesime, 11 miliardi di euro restano in casa

Pubblicato il 19 dicembre 2018
Quest'anno la tredicesima non va in regali

Come spenderanno la tredicesima gli italiani?

Sono pari ad un controvalore di 11 miliardi di euro le tredicesime destinate a rimanere nei forzieri di casa quest'annno. Secondo uno studio Confesercenti- SWG, infatti, in questo Natale aumenta del 5,8% la percentuale di quanti hanno deciso di preservare almeno una parte della mensilità extra per le evenienze dell'anno prossimo. In totale, 34 milioni di italiani hanno ricevuto la tredicesima, per un valore di 44,3 miliardi, l’1,2% in più rispetto all'anno scorso. La volontà di coprirsi, secondo i dati del Crif, non sembra comunque andare a discapito dei prestiti personali che nel solo mese di ottobre, rispetto allo stesso periodo del 2017, hanno guadagnato il 17,2% registrando la seconda migliore performance degli ultimi dieci anni.

Il 22% delle tredicesime serve a saldare i conti. Con la tredicesima in mano, comunque, resta più o meno stabile la quota destinata agli acquisti: 22,4 miliardi, lo 0,2% in più rispetto all'anno scorso, più della metà del monte tredicesime. Più di 10,8 miliardi di euro, invece, saranno utilizzati per saldare i conti in sospeso, come prestiti personali e mutui: cifra elevata, visto che si tratta del 22% del totale, anche se in calo dell’1,1% rispetto al 2017.

Natale magro, regali a -2,2%. Tra le spese, la parte del leone spetta a quelle per casa e famiglia che assorbiranno il 32% delle tredicesime, per circa 14,7 miliardi di euro, quasi 220 milioni di euro in più rispetto al 2017. Diminuisce la quota destinata ai regali, a cui quest'anno verranno destinati 7,7 miliardi euro, il 2,2% in meno (ossia 171 milioni in meno) rispetto al natale 2017.

Libri, abbigliamento e cucina i doni più gettonati. I regali più gettonati sono i libri, oggetto di acquisto da parte del 41% degli italiani, l’abbigliamento (38%), i regali gastronomici (33%), i vini (20%) e poi accessori moda, giochi, videogiochi e prodotti tecnologici, tutti al 19% del gradimento. Più in basso in classifica tra i regali più acquistati ecco arredamento (14%), elettrodomestici (11%), calzature (8%) e viaggi (4%).

Buoni da spendere, i regali più graditi. Decisamente diversa la classifica dei doni che gli italiani vorrebbero ricevere. In cima alle preferenze troviamobuoni acquisto da spendere a piacimento nei negozi di propria scelta, agognati dal 20% degli itlaini. Ma interessano molto anche libri (16%), prodotti tecnologici e regali enogastronomici (al 15%), capi d’abbigliamento (13%), i profumi e i cosmetici (8%), smartbox (5%), l'arredamento (4%) e gioielli e giochi (2% delle preferenze).

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio, nato a Genova, è un giornalista professionista la cui attività è principalmente focalizzata su temi di economia e borsa.

Ha lavorato a La Repubblica, nei primi anni ’90, dedicandosi alla cronaca e collaborando, nello stesso periodo, con diverse televisioni private liguri. Trasferitosi a Milano, ha lavorato come capo redattore di Italia-iNvest.com, il primo sito specializzato in economia in Italia. Franco Canevesio ha anche lavorato al sito di Giuseppe Turani “Lettera finanziaria”. Per ciò che concerne la carta stampata ha collaborato con La Repubblica – Affari & Finanza ed è stato redattore capo di Finanza e Mercati. Attualmente, lavora presso MF-Milano Finanza.

Cerca