02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Sospendere le rate dei prestiti

Pubblicato il 27 agosto 2015
Bene accordo su sospensione delle rate

Sospensione mutui e prestiti per i lavoratori della Smith Bits

Si moltiplicano i casi di sospensione del pagamento di mutui e prestiti per effetto delle agevolazioni comprese nell’Accordo stipulato a livello nazionale lo scorso 31 marzo tra l’Abi e dieci Associazioni di consumatori tra cui Adiconsum, Confconsumatori, Movimento Consumatori e Movimento difesa del cittadino.

L'ultimo, in ordine di arrivo, è quello della Cassa di Risparmio di Volterra che ha deciso di sospendere fino a un anno il pagamento delle rate per 193 lavoratori coinvolti nella crisi dell’azienda Smith Bits che la multinazionale Schlumberger vuole drasticamente ridimensionare. La fabbrica, specializzata nella produzione di scalpelli per la perforazione petrolifera, era salita agli onori della cronaca per aver costruito la  “grande punta” che era riuscita a  fendere la roccia in cui erano rimasti intrappolati i 33 minatori cileni nella miniera di San Josè nell’agosto del 2010.

La Cassa di Risparmio ha deciso di intervenire predisponendo sia un servizio di consulenza personalizzato per ogni dipendente della Smith Bits cliente della banca, sia un pacchetto di agevolazioni per contribuire a ridurre l’impatto negativo che questa vertenza avrà sui lavoratori, sulle famiglie e sull’intera economia del territorio di Saline di Volterra, area in cui si trova l’azienda in provincia di Pisa.

Tutti i dipendenti di Smith Bits che hanno un conto corrente presso la banca possono quindi richiedere fino a 12 mesi di sospensione dei pagamenti della quota capitale dei finanziamenti ottenuti prima della crisi aziendale. Le domande devono riguardare le rate dei prestiti al consumo, come quelli personali, con durata superiore a 24 mesi ed i mutui ipotecari per l’acquisto della prima casa. Come previsto dall’accordo nazionale, a cui hanno sinora aderito molte Casse di Risparmio, Banche di Credito Cooperativo ma anche molti operatori specializzati nel credito al consumo e gruppi bancari nazionali, c’è tempo fino al 31 dicembre del 2017 per poter richiedere la sospensione dei pagamenti : le richieste possono essere presentate fino a quella data da tutti coloro che nei due anni precedenti hanno perso il posto di lavoro o hanno avuto una sospensione o una riduzione dell’orario per un periodo di almeno 30 giorni (anche in attesa dei trattamenti di sostegno al reddito quali Cassa integrazione e  ammortizzatori in deroga).

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio, nato a Genova, è un giornalista professionista la cui attività è principalmente focalizzata su temi di economia e borsa.

Ha lavorato a La Repubblica, nei primi anni ’90, dedicandosi alla cronaca e collaborando, nello stesso periodo, con diverse televisioni private liguri. Trasferitosi a Milano, ha lavorato come capo redattore di Italia-iNvest.com, il primo sito specializzato in economia in Italia. Franco Canevesio ha anche lavorato al sito di Giuseppe Turani “Lettera finanziaria”. Per ciò che concerne la carta stampata ha collaborato con La Repubblica – Affari & Finanza ed è stato redattore capo di Finanza e Mercati. Attualmente, lavora presso MF-Milano Finanza.

Cerca