02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Nei consumi degli italiani più prestiti e usato

Pubblicato il 8 settembre 2015
Crescono l'usato e i prestiti

Più acquisti a rate, anche nei prossimi anni, e meno sprechi con i mercatini dell’usato

Più acquisti a rate, anche nei prossimi anni, e meno sprechi con i mercatini dell’usato. Sono i trend individuati dal rapporto Coop 2015 “Consumi e distribuzione”, redatto in collaborazione con Ref Ricerche e la società Nielsen.

Gli italiani, complice la crisi che da un lato ha ridotto il potere d’acquisto, tornato a salire solo nel 2015 dopo ben nove anni di calo, si rivolgono sempre più a banche e a società di credito al consumo per chiedere prestiti personali e finalizzati. Se da un lato si chiedono sempre più prestiti, per acquistare l’auto, pagare le vacanze o l’abbonamento in palestra, dall’altro si cercano occasioni per spendere meno presso mercatini delle pulci e negozi di compravendita dell’usato.

Sul fronte dei finanziamenti, il 50% delle rate sono destinate all’acquisto della casa e dell’auto. In particolare si chiede più credito per ristrutturare casa (nel 22% dei casi), per comprare un’auto usata (per il 20%), per avere maggiore liquidità (per il 18%), per comprare l’arredamento (per il 9%) e l’auto nuova (per l’8%), e per consolidare i debiti (per il 6%).

Il valore del finanziamento si concentra tra i 5mila e i 15 mila euro. Nel dettaglio, gli importi tra 5mila e 10 mila euro sono pari al 28% sul totale mentre quelli tra i 10mila e i 15mila rappresentano il 20%. L’importo medio richiesto è pari a 7.948 euro.

Secondo il rapporto Coop l’aumento di prestiti e di mutui rivela da un lato un allentamento della stretta creditizia da parte delle banche, dall’altro la propensione degli italiani a beneficiare delle agevolazioni fiscali sugli interventi edilizi confermati per l’anno 2015.

Il secondo trend messo in luce dal rapporto Coop è invece è quello dell’usato: dietro il successo dei mercatini di articoli di seconda mano non vi è solo la propensione al risparmio di molti italiani, ma anche un maggior apprezzamento nei confronti di stili di consumo più responsabili.

Con un giro d’affari stimato nell’ordine dei 18 miliardi di euro ed una crescita dell’8% solo nell’ultimo anno, il mercato dell’usato si sta candidando a diventare una sorta di universo parallelo dello shopping anche grazie al contributo della tecnologia: circa il 30% degli scambi avviene on line attraverso le più evolute piattaforme digitali.

Vota la news :

Valutazione media: 5,0 su 5 (1 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

Cerca