02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

23 aprile 2015

News - Il Prestito d’onore dalla Regione Marche

La Regione Marche incoraggia i cittadini che vogliono avviare un'azienda

Prestiti per fare impresa

Restano ancora pochi giorni per poter accedere al prestito d'onore messo a disposizione della Regione Marche. E’ stata prorogata infatti fino al 30 aprile la scadenza del bando del prestito d'onore, inizialmente prevista per il 31 dicembre dello scorso anno. Tante le richieste, ma anche le risorse economiche ancora disponibili per il bando messo a punto per favorire lo sviluppo del sistema produttivo e la nascita di nuove imprese anche da parte di disoccupati.

Il prestito, che non prevede spese di istruttoria, consiste in un finanziamento agevolato, senza garanzie, da restituire in sei anni e da utilizzare per far fronte alle spese di costituzione, agli investimenti ed alla gestione di nuove iniziative economiche. E’ previsto un piano di ammortamento a rata costante e un tasso di interesse annuo nominale del 3,20%.

Per aiutare chi intende mettersi per la prima volta alla prova con un’iniziativa imprenditoriale, il "Prestito d'onore regionale" prevede, oltre alla concessione del finanziamento, anche servizi gratuiti di accompagnamento nei primi 12 mesi di attività. L’assistenza in fase di start up comprende anche il supporto tecnico per l'avvio e lo sviluppo del progetto, nonché la formazione.

Possono accedere all'iniziativa tutte quelle persone che, alla data di presentazione della domanda di ammissione, abbiano un'età compresa fra i 18 ed i 60 anni, siano residenti da almeno 12 mesi nella Regione Marche e appartengano ad una delle seguenti categorie: disoccupati, inoccupati, lavoratori sospesi per cassa integrazione ordinaria (CIGO), straordinaria (CIGS) o in deroga; donne occupate "over 35".

E’ possibile chiedere il finanziamento per avviare un’attività d'impresa in forma individuale, di società di persone e di società cooperativa, composta da un minimo di tre fino ad un numero massimo di otto soci, nel settore della “produzione di beni, nel commercio e nei servizi”.

L’importo massimo finanziabile è di 25.000 euro nel caso di imprese individuali e di impresa con meno di tre soci e di 50.000 euro nel caso di realtà con almeno 3 soci.

Fermo restando il limite di 400 progetti complessivi da finanziare, per accedere al bando è possibile consultare l’avviso sul sito www.istruzioneformazionelavoro.marche.it.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

Cerca