02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Cina: programma di prestiti per il fotovoltaico

Pubblicato il 13 maggio 2015
Finanziamenti cinesi per fotovoltaico

Per i cinesi sarà possibile finanziare in anticipo l'installazione dei pannelli fotovoltaici e di altri impianti di energia rinnovabile

In Cina è stato recentemente lanciato un innovativo programma di finanziamento a privati che prevede la concessione di numerosi prestiti personali con fondi pubblici fino al 70% per tutti coloro interessati ad investire in un impianto fotovoltaico e nelle energie rinnovabili ma che presentano una situazione economica particolarmente svantaggiata.

Da molti anni infatti il colosso asiatico punta sulle energie rinnovabili attuando politiche che incentivino fortemente questi interventi; siamo di fronte a quella che si preannuncia una lodevole e promettente decisione economica dai risvolti marcatamente sociali.

La decisione di procedere in questa direzione è stata resa nota non troppo tempo fa dalla National Energy Administration (NEA) ed ha accolto subito buoni consensi tra l’opinione pubblica: l’idea sarebbe quella di spingere i governi locali a stanziare delle somme di denaro, una sorta di prestiti personali pubblici, per l’acquisto dei pannelli fotovoltaici che potrebbero arrivare a raggiungere addirittura il 35% delle persone svantaggiate interessate. Il governo nazionale, da parte sua, fornirà il contributo per facilitare ai governi locali questa tipologia di stanziamento arrivando, in totale, ad incentivi fino al 70%.

Oltre al sostegno delle istituzioni i cittadini svantaggiati potranno avvalersi di prezzi notevolmente scontati da ripagare con prestiti quinquennali oppure decennali, a seconda delle dimensioni dell’impianto stesso.

Numerosi sono gli analisti a favore di questa politica in quanto sostengono che, grazie alla sinergia tra i vari organi pubblici, si potrebbe arrivare a raggiungere con successo l’obiettivo di risolvere molte delle difficoltà economiche dei cittadini che presentano una situazione non favorevole e precaria. Che sia un successo preannunciato oppure un flop ce lo dirà solamente il tempo, intanto in Cina questo è un piccolo tassello in un puzzle più ampio:in Oriente infatti, al contrario che in Italia dove incentivi di tale tipo sono solamente retroattivi, questo tipo di sovvenzioni sono largamente diffuse e si aggiungono a detrazioni fiscali, sviluppo di servizi puntuali e specifici, supervisione e regolamentazione del mercato. 

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca