02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Gli Slovacchi si indebitano di più

Gli Slovacchi si indebitano di più

05 luglio 2016 - A livello europeo sono gli Slovacchi il popolo che si sta indebitando maggiormente. Ecco la preoccupante evidenza che emerge dall’ultimo rapporto della NBS, la Banca Centrale Slovacca, che sottolinea in parallelo come siano sempre di più i cittadini della Repubblica Slovacca a richiedere ed ottenere prestiti personali dai vari istituti di credito.  

Autore: Francesca Lauritano
Toglietemi tutto ma non la mia auto

Toglietemi tutto ma non la mia auto

01 luglio 2016 - Secondo l'ultimo Osservatorio Findomestic relativo al mese di giugno il 63% dei nostri connazionali dichiara di non potere fare a meno dell'auto, preferibilmente di proprietà, anche a costo di chiedere un prestito personale per poterla acquistare. Questo spiega la limitata diffusione del car sharing, sperimentato soltanto dal 12% degli italiani.

Autore: Franco Canevesio
Prestiti, aumentano i ricorsi all’arbitro

In aumento il ricorso all'arbitrato

28 giugno 2016 - Sono i problemi legati alle cessioni del quinto e all'estinzione anticipata di questo tipo di finanziamento quelli per i quali, con maggiore frequenza, si chiede l'intervento dell'arbitro bancario finanziario. A dirlo è la relazione presentata da Banca d'Italia secondo la quale, nel 2015, il ricorso all'intervento dell'arbitro è cresciuto di circa il 21% rispetto ai valori dell'anno precedente.

Autore: Rosaria Barrile
Prestiti alla riscossa

La riscossa dei prestiti

22 giugno 2016 - Nei primi tre mesi del 2016 il settore del credito al consumo ha vissuto una notevole ripresa. Secondo quanto riportato dall'osservatorio realizzano Assofin, Prometei e Crif, le richieste sono aumentate in percentuali molto vicine al 30%. I settori principali di questo incremento sono le automobili, gli elettrodomestici e gli arredi. Notevole anche l'aumento di richieste per la cessione del quinto.

Autore: Franco Canevesio
Osservatorio Findomestic: le vacanze italiane

Findomestic fotografa le prossime vacanze

20 giugno 2016 - Quali sono le mete predilette dagli intervistati? A dare una risposta ci ha pensato di recente l’Osservatorio Findomestic su coloro che hanno pagato cash le ferie e chi ha dovuto richiedere un prestito personale per mettere in pratica i propri piani di viaggio.

Autore: Francesca Lauritano
Nel 2015 aumenta il ricorso ai prestiti

Osservatorio sul credito al dettaglio

16 giugno 2016 - Gli Italiani tornano a ricorrere al credito al consumo quando si tratta di pianificare le spese più importanti. Ma decidono di farlo, nella maggior parte dei casi, solo dopo aver valutato il livello delle entrate familiari: per questo motivo diminuisce il numero di coloro che non sono più in grado o fanno molta fatica a restituire il finanziamento.

Autore: Rosaria Barrile
Nuovo accordo Inps-banche sulla cessione del quinto

Cessione del quinto: cambiano gli accordi con l'Inps

14 giugno 2016 - Dal 1 maggio dell’anno in corso è stata modificata la convenzione tra l’INPS e le banche per ciò che riguarda i prestiti dietro cessione del quinto. La direzione generale dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha infatti comunicato che alcune condizioni sono cambiate.

Autore: Francesca Lauritano

Cerca

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Blog: credito e consumi

Chiarisci ogni dubbio sul mondo prestiti: leggi il blog Credito e Consumi, dove gli esperti spiegano nel dettaglio gli aspetti più complessi dei finanziamenti e propongono approfondimenti sulle novità del settore.

  • Prestiti, il protocollo anti truffa dell’Abi

    23 maggio 2017 - L’Associazione bancaria italiana ha reso disponibile a tutte le prefetture della Penisola la sua guida online con molti consigli per evitare frodi e raggiri, anche se il prestito è online.

  • Rate sospese, i numeri in Italia

    15 maggio 2017 - In due anni, 13.197 famiglie hanno potuto sospendere per 12 mesi la quota capitale del finanziamento grazie all'accordo in vigore fino a fine 2017. Ecco in cosa consiste.