02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Quali sono le città più care del mondo per i beni di lusso

Pubblicato il 29 gennaio 2020
Quali sono le città più care del mondo per i beni di lusso

Asiatiche le tre città più costose

In quale città è più conveniente degustare un bicchiere di whisky? E in quale dovete recarvi se volete comprare un pianoforte a prezzo vantaggioso? Dove invece dovrete pagare di più l’avvocato? A queste e altre domande ha cercato di rispondere il primo Global Wealth and Lifestyle Report di Julius Baer. Lo studio si basa su un campione di 28 città e 20 beni di lusso (tra cui automobili, voli in business class, proprietà immobiliari, borse da donna, operazioni laser agli occhi) per individuare il trend dei costi dei prodotti a livello globale.

Che si acquisti in contanti o utilizzando prestiti personali, l’Asia si aggiudica il primato di regione più costosa del mondo con le tre città più care (Hong Kong, Shanghai e Tokyo). Ma è asiatica anche Mumbai, città che con il suo 28esimo posto chiude la classifica del report. In quarta piazza c'è New York, prima per il costo dei personal trainer. La città più economica del Nord America, invece, è Vancouver.

Il miglior rapporto qualità-prezzo si trova nelle capitali europee, e in particolare a Barcellona (24esima) e Francoforte (26esima). Tra le città europee più costose, invece, troviamo Londra (settima), Zurigo (nona) e Monaco (decima). Segue, dodicesima in classifica, Parigi, che si aggiudica però il primato di città più cara per l’alta cucina. In Italia è stata analizzata solo Milano, che si è posizionata al 19esimo posto nella graduatoria generale. Il capoluogo lombardo è però ai primi posti per quanto riguarda il prezzo di gioielli e orologi, ed è la più costosa al mondo per il whisky. I servizi di un avvocato, invece, sono tra i più economici.

Un altro tema centrale del report è quello della sostenibilità ambientale. L’85% delle imprese intervistate pensa che tra cinque anni sarà un tema ancora più importante rispetto ad oggi. Il consumo consapevole, quindi, si conferma un fattore decisivo per le scelte delle imprese, ma anche di governi, autorità di regolazione e banche centrali.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Prestiti: ottieni fino a 75.000€ Confronto Prestiti »

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Paolo Fiore, giornalista professionista e leccese in trasferta: Bologna, Roma, New York, Milano. Dopo la Scuola di giornalismo Walter Tobagi, ha scritto per Affaritaliani, MF-Milano Finanza, l'Espresso, Startupitalia e Skytg24.it. Si occupa di economia e innovazione per Agi, FocuSicilia e collabora con il gruppo Rcs.

Cerca