02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Più sicurezza nelle case degli italiani

Pubblicato il 17 agosto 2017
18 miliardi di euro la spesa degli italiani per la sicurezza

Per mettere a sicuro la propria casa dai malintenzionati gli italiani spendono, molto

Per evitare spiacevoli sorprese al rientro dalle ferie, quattro famiglie italiane su dieci hanno scelto di installare una porta blindata e altrettante un impianto antifurto.

Lo svela una indagine condotta dalla Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e media impresa (CNA), che rileva come la spesa complessiva per proteggere la propria abitazione sia arrivata superare 18 miliardi di euro.

A spingere verso l’alto gli acquisti, oltre alla detraibilità fiscale dei sistemi di allarme e di videosorveglianza prevista dalle più recenti Leggi di Stabilità, la possibilità di accedere a soluzioni per tutte le tasche e di  poter ricorrere a prestiti casa su misura:  la spesa media per un antifurto di qualità comprensivo di centralina, sensori esterni e interni, sirena e combinatore telefonico parte dai 1500 euro, mentre una porta blindata dai 1300 euro.

Oltre agli allarmi antifurto e alle porte blindate, dall’indagine di CNA emerge come le famiglie italiane abbiano installato anche tapparelle metalliche con bloccaggi (17%), grate di protezione (14,8%), telecamere (19%).Chi dispone di un budget più consistente tende poi a scegliere soluzioni più complesse che prevedono una combinazione di sistemi anti-intrusione e sistemi domotici per tenere sotto controllo la propria casa da remoto tramite tablet o smartphone.

Nonostante tali investimenti in misure di sicurezza, nel nostro Paese i ladri di appartamento rappresentano una minaccia purtroppo ancora elevata: stando ai dati del ministero dell’Interno e dell’Istat nel 2016 i furti denunciati in abitazioni ed esercizi commerciali sono stati 330.598, quasi 904 al giorno e 38 all’ora. Nel decennio 2006/2015 l’Istat ha registrato poco meno di due milioni di furti nelle sole abitazioni, con un incremento pari al 94 per cento tra 2006 e 2015. Dati che collocano l’Italia nella fascia alta della graduatoria europea stilata da Eurostat-Unodc (Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine): nel rapporto tra popolazione e furti in appartamento il nostro Paese è sesto, dietro Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svezia.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

Cerca