02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

17 agosto 2017

News - Più sicurezza nelle case degli italiani

Per mettere a sicuro la propria casa dai malintenzionati gli italiani spendono, molto

18 miliardi di euro la spesa degli italiani per la sicurezza

Per evitare spiacevoli sorprese al rientro dalle ferie, quattro famiglie italiane su dieci hanno scelto di installare una porta blindata e altrettante un impianto antifurto.

Lo svela una indagine condotta dalla Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e media impresa (CNA), che rileva come la spesa complessiva per proteggere la propria abitazione sia arrivata superare 18 miliardi di euro.

A spingere verso l’alto gli acquisti, oltre alla detraibilità fiscale dei sistemi di allarme e di videosorveglianza prevista dalle più recenti Leggi di Stabilità, la possibilità di accedere a soluzioni per tutte le tasche e di  poter ricorrere a prestiti casa su misura:  la spesa media per un antifurto di qualità comprensivo di centralina, sensori esterni e interni, sirena e combinatore telefonico parte dai 1500 euro, mentre una porta blindata dai 1300 euro.

Oltre agli allarmi antifurto e alle porte blindate, dall’indagine di CNA emerge come le famiglie italiane abbiano installato anche tapparelle metalliche con bloccaggi (17%), grate di protezione (14,8%), telecamere (19%).Chi dispone di un budget più consistente tende poi a scegliere soluzioni più complesse che prevedono una combinazione di sistemi anti-intrusione e sistemi domotici per tenere sotto controllo la propria casa da remoto tramite tablet o smartphone.

Nonostante tali investimenti in misure di sicurezza, nel nostro Paese i ladri di appartamento rappresentano una minaccia purtroppo ancora elevata: stando ai dati del ministero dell’Interno e dell’Istat nel 2016 i furti denunciati in abitazioni ed esercizi commerciali sono stati 330.598, quasi 904 al giorno e 38 all’ora. Nel decennio 2006/2015 l’Istat ha registrato poco meno di due milioni di furti nelle sole abitazioni, con un incremento pari al 94 per cento tra 2006 e 2015. Dati che collocano l’Italia nella fascia alta della graduatoria europea stilata da Eurostat-Unodc (Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine): nel rapporto tra popolazione e furti in appartamento il nostro Paese è sesto, dietro Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svezia.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Il profilo dell'autore

Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

Cerca

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.