02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

11 maggio 2016

News - La Banca del Giappone spinge sui prestiti

Per dare nuovo vigore ad un'economia in stallo si punta sui prestiti

L'economia giapponese riparte dai prestiti

La Banca del Giappone tenta di dare una mossa a un'economia in stallo e lo fa a partire dai prestiti personali. Secondo l’agenzia Bloomberg, infatti, l’istituto centrale guidato dal governatore Haruhiko Kuroda intende applicare tassi negativi a due strumenti di facilitazione del credito, due strumenti che oggi vengono offerti a tasso zero: uno è quello necessario a incentivare le banche nipponiche a erogare crediti a industrie che mostrino un alto potenziale di crescita, l'altro strumento è quello finalizzato a premiare le banche che aumentano i prestiti in generale, primi fra tutti, appunto, i prestiti personali.

Iniziativa rimandata. L’iniziativa, da molte parti criticata ma molto attesa da investitori e analisti, doveva essere varata al termine del board della Banca centrale giapponese fissato per lo scorso 28 aprile. In realtà, deludendo le attese del mercato, la BoJ  ha deciso, per ora, di non varare le nuove misure giudicate comunque necessarie per dare nuovo stimolo all'economia nipponica poco sostenuta dai consumi. Il meccanismo, per ora soltanto rimandato, consentirebbe alla Banca centrale giapponese di portare in territorio ancora più negativo, rispetto al -0,1% varato dal 16 febbraio, i tassi applicati su parte dei depositi bancari in eccesso, quelli parcheggiati proprio in Banca centrale, dando nuovo incentivo alle varie banche o finanziarie.

Misure contro la crisi dei consumi La stessa BoJ ha riconosciuto nel suo ultimo report semestrale che i tassi negativi hanno determinato alcuni effetti collaterali, come per esempio la riduzione dei profitti bancari oltreché problemi ai flussi finanziari. La decisione di dare nuovo impulso all'economia attaccando in maniera forte temi come i prestiti alle aziende e prestiti personali, è soltanto rimandata. La fase di standby, infatti, è arrivata sulla scia di dati che hanno dimostrato come i prezzi al consumo, nel mese di marzo, siano scesi ai tassi più veloci degli ultimi tre anni e come i consumi delle famiglie si siano ridotti al tasso più veloce dell'ultimo anno.

 

 

 

 

 

 

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio, nato a Genova, è un giornalista professionista la cui attività è principalmente focalizzata su temi di economia e borsa.

Ha lavorato a La Repubblica, nei primi anni ’90, dedicandosi alla cronaca e collaborando, nello stesso periodo, con diverse televisioni private liguri. Trasferitosi a Milano, ha lavorato come capo redattore di Italia-iNvest.com, il primo sito specializzato in economia in Italia. Franco Canevesio ha anche lavorato al sito di Giuseppe Turani “Lettera finanziaria”. Per ciò che concerne la carta stampata ha collaborato con La Repubblica – Affari & Finanza ed è stato redattore capo di Finanza e Mercati. Attualmente, lavora presso MF-Milano Finanza.

Cerca

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.