02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Giovani online per smartphone, videogiochi e anche lavastoviglie

Pubblicato il 5 ottobre 2018
Giovani a caccia dell'affarone online

Ecco l'identikit dei giovani online a caccia dell'affare

Sanno cercare abilmente le offerte online ma sono frenati dalla carenza delle risorse economiche a disposizione. E' questa la foto del consumatore navigatore esperto dell'e-commerce di età compresa fra 18 e 24 anni, considerata categoria regina nell'acquisto online da Idealo.com, portale internazionale di comparazione dei prezzi. Alle prese con i primi stipendi, non certo da paperoni, con i primi assaggi di prestiti personali, burocraticamente incerti, mettono da parte i soldi per togliersi uno sfizio anche se questo significa aspettare qualche mese. Nel frattempo, comparano i prezzi, in modo da scattare al richiamo dell'offerta più conveniente. Secondo Idealo, l'identikit del consumatore digitale si completa citando le fasce di età esterne, ossia quella al di sotto dei 18 anni e sopra i 24, e quella over 55 anni. Si tratta delle due fasce d'età meno coinvolte nel fenomeno dell'e-commerce, la prima per le minori disponibilità economiche, la seconda per la minore attitudine all’uso dei mezzi digitali. 

Smartphone, sneakers e videogiochi, gli acquisti top. Appassionati di elettronica e di videogames, ma anche acquirenti fedeli di prodotti digitali per conto dei genitori, vediamo cosa interessa di più ai giovani d’oggi che acquistano online. Secondo Idealo, le categorie di prodotti più apprezzate in Italia sono gli smartphone, seguiti dalle sneakers e dai videogiochi. Suscitano molto interesse tra i giovanissimi le consolle di gioco e anche i tablet. Poi  ci sono i prodotti che non ti aspetti come le bottiglie di champagne pregiato, acquistate probabilmente su richiesta dei genitori.

Frigoriferi e lavastoviglie acquistati per conto dei genitori (che pagano). Dato interessante è la discrepanza tra quello che i giovani cercano online e ciò che effettivamente acquistano. Mentre, infatti, l'acquisto di smartphone e di scarpe sneakers viene finalizzato, gli altri acquisti rimangono in stand by. Il dato, sostengono gli esperti, si spiega col basso potere d’acquisto di chi compra tra i 18 e i 24 anni. Al contrario, gran parte degli acquisti che vengono finalizzati dai ragazzi riguarda categorie merceologiche disparate dedicate a casa e famiglia. Un esempio sono i frigoriferi, le lavatrici, le lavastoviglie, i forni, gli pneumatici, i camini e anche le stufe. Questo è indice del fatto che i giovanissimi usano l'e-commerce per cercare quello che piace a loro finendo poi per acquistare prodotti per i genitori, che sono gli effettivi proprietari della carta di credito.

Vicenza è la città italiana con più giovani che comparano prezzi. In Italia, la città con la più alta percentuale di giovani dediti alla comparazione dei prezzi è Vicenza. Dietro troviamo Lecce, poi Milano, Udine e Bergamo. Ancora più indietro c'è Firenze, Catania, Bologna, che precedono Brescia, Monza e Napoli, a loro volta davanti a Bari, Roma, Venezia, Torino, Verona, Palermo e, ultima, Genova. Quelli che si dedicano con maggiore interesse alla ricerca del miglior affare sono i ragazzi, visto che il 57,4% di loro si accanisce sul computer o sullo smartphone in caccia dell'occasione imperdibile, contro il 42,6% delle ricerche femminili. I cercatori giovani di offerte sanno bene quando si trovano le opportunità migliori di risparmio. Non è un caso se il mese col più alto tasso di ricerca giovanile di offerte è novembre, mese nel quale ci sono il black friday e il cyber monday.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio, nato a Genova, è un giornalista professionista la cui attività è principalmente focalizzata su temi di economia e borsa.

Ha lavorato a La Repubblica, nei primi anni ’90, dedicandosi alla cronaca e collaborando, nello stesso periodo, con diverse televisioni private liguri. Trasferitosi a Milano, ha lavorato come capo redattore di Italia-iNvest.com, il primo sito specializzato in economia in Italia. Franco Canevesio ha anche lavorato al sito di Giuseppe Turani “Lettera finanziaria”. Per ciò che concerne la carta stampata ha collaborato con La Repubblica – Affari & Finanza ed è stato redattore capo di Finanza e Mercati. Attualmente, lavora presso MF-Milano Finanza.

Cerca