02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

14 luglio 2016

News - Frodi, carte di credito e prestiti finalizzati nel mirino

Frodi, carte di credito e prestiti finalizzati nel mirino

Frodi, carte di credito e prestiti finalizzati nel mirino

Grazie all’ampia disponibilità di dati personali accessibili tramite il web e i social network, gli autori delle “frodi creditizie” sono in grado di escogitare diversi sistemi per rubare l’identità di ignari malcapitati. Una volta ottenute le informazioni necessarie sono poi in grado di ottenere un prestito personale o di acquistare beni tramite una carta di credito o un prestito finalizzato che ovviamente non verrà mai rimborsato.

Secondo l’ultima edizione dell’Osservatorio realizzato da Crif, società che gestisce uno dei più noti sistemi di informazioni creditizie, nell’intero anno 2015 i casi di truffa creditizia nel nostro Paese sono stati 25.300 e hanno determinato una perdita economica superiore ai 172 milioni di euro.

Nel 32,8% dei casi registrati lo scorso anno  il valore della truffa non supera tuttavia i 1.500 euro.  Più preoccupazione invece suscitano le frodi che hanno un valore compreso tra 3.000 e 5.000 euro che hanno  registrato un incremento pari al 32% rispetto al 2014.

Aumenta quindi il valore delle truffe ma si riducono i tempi necessarie per scoprirle: oltre la metà dei casi viene scoperta entro 6 mesi. Nel  16% dei casi tuttavia la scoperta avviene dopo più di tre anni con notevoli danni per chi l’ha subisce.

Anche nel 2015, così come per il 2014, la tipologia di finanziamento prediletta dai truffatori è quella del prestito finalizzato  utilizzato nel 74,3% dei casi. Complessivamente, nell’ambito di questa tipologia di prestiti, il 38,5% dei casi di frode ha avuto per oggetto l’acquisto di elettrodomestici; una quota rilevante ha riguardato anche il settore auto-moto (con il 13,8%),’arredamento (8,1%) e l’elettronica–informatica–telefonia (6,8%).

Subito dopo il prestito finalizzato, si collocano tra le categorie più colpite da questa piaga, il prestito personale  e le carte di credito che rappresentano rispettivamente l’11,8% e  11,4% dei casi di frode.

La maggior parte delle vittime sono uomini (il 64,1% del totale). Se si guarda alla fascia d’età, quella più colpita è compresa tra i 41 e i 50 anni, con una quota del 27,9%; la fascia di età nella quale si rileva il maggior aumento  delle frodi è però quella degli over 50 (che registra un aumento del 15,1% rispetto all’anno precedente) mentre diminuisce l’incidenza dei casi tra gli under 30 (che si riducono del 24,3% rispetto al 2014).

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

Cerca