02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Eurisc sui prestiti nelle regioni italiane

Pubblicato il 12 agosto 2016
Prestiti, Trentino Alto Adige a due velocità

In Trentino Alto Adige si chiedono pochi prestiti ma per cifre importanti

In tema prestiti personali il Trentino Alto Adige è la regione che viaggia a due velocità. Secondo l'ultima relazione pubblicata da Eurisc, infatti, da una parte è la regione meno indebitata d’Italia, visto che solo il 16,9% della popolazione ha mutui e prestiti personali in atto e da restituire. D'altro canto, è una tra le regioni in testa alla classifica nazionale per quanto concerne l'entità delle cifre del debito, con 39 mila euro d'indebitamento medio pro capite. In sostanza, il quadro che viene fuori dal report Eurisc è quello di una popolazione trentina che ricorre a prestiti personali e a finanziamenti meno delle altre ma che quando lo fa, lo fa per cifre importanti. 
Toscana spendacciona, Trentino morigerato. La sintesi dello studio Crif è che un terzo degli italiani ha un prstito attivo e sborsa, ogni mese, 362 euro di rate. La Toscana è in testa alla classifica: quasi il 40% della popolazione maggiorenne (il 39,2%, per la precisione) ha almeno un prestito personale attivo. Dietro sege Friuli-Venezia Giulia, dove è il 36,7% ad avere almeno un finanziamento attivo, Lazio e Sardegna, tutt'e due col 36% della popolazione che ha un prestito i corso e la Lombardia, col 35,7% della popolazione. Dall'altra parte della classifica c'è, dicevamo, il Trentino Alto Adige, regione dove solo il 16,9% della popolazione ha un prestito personale o un finanziamento aperto. Prima di lei, c'è la Basilicata, col 27,9% dei lucani indebitati, e il Molise (28,8%). 
Trento e Bolzano, prime tra le province. A livello provinciale, secondo il Crif, è Livorno quella che presenta la popolazione con la quota più elevata di crediti: il 43,6% dei livornesi, infatti, è indebitato con un prestito personale almeno. Dietro ci sono Lodi, Pisa, Massa-Carrara e La Spezia, tutte quante sopra al 40%. In fondo alla classifica, tra le province più morigerate, ecco Bolzano e Trento, province con la minore quota di popolazione che presenta prestiti attivi, con una media inferiore al 20%.
Le cifre. Passando alle cifre, la regione dove i cittadini devono sostenere ogni mese la rata media più elevata è Lombardia (413 euro). Seguono il Trentino Alto Adige (411 euro) e il Veneto (410 euro). Le rate media più leggere sono, incece al Sud, in Sardegna (300 euro), Calabria (307 euro) e Sicilia (312 euro). Tra le province, Sondrio ha la rata media più alta, 475 euro al mese, Trento è seconda con 466 euro, Treviso terza con 459. Anche per quanto riguarda l'indebitamento medio residuo, il Trentino Alto Adige è in alto in classifica, terza con 39.659 euro pro capite ancora da rimborsare. Agli altri due posti del podio ci sono l'Emilia Romagna, seconda con 39.948 euro di media da rimborsare e, prima, la Lombardia, con 43.550 euro pro capite.
 

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio, nato a Genova, è un giornalista professionista la cui attività è principalmente focalizzata su temi di economia e borsa.

Ha lavorato a La Repubblica, nei primi anni ’90, dedicandosi alla cronaca e collaborando, nello stesso periodo, con diverse televisioni private liguri. Trasferitosi a Milano, ha lavorato come capo redattore di Italia-iNvest.com, il primo sito specializzato in economia in Italia. Franco Canevesio ha anche lavorato al sito di Giuseppe Turani “Lettera finanziaria”. Per ciò che concerne la carta stampata ha collaborato con La Repubblica – Affari & Finanza ed è stato redattore capo di Finanza e Mercati. Attualmente, lavora presso MF-Milano Finanza.

Cerca