02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Crisi per il mercato dei prestiti P2P in Cina

Pubblicato il 28 ottobre 2018
Prestiti peer to peer in crisi in Cina

Tra luglio e agosto sono state chiuse oltre 100 piattaforme

Se nel campo dei prestiti personali un ruolo di grande importanza negli ultimi mesi è stato assunto dai finanziamenti peer-to-peer nel nostro Paese, non possiamo dire certamente la stessa cosa rispetto a quanto sta accadendo in Cina. Qui, infatti, le piattaforme di P2P sembra che stiano vivendo un vero e proprio momento di crisi, situazione che ha avuto un impatto piuttosto considerevole anche per i brand europei che stanno cercando di affermarsi nel mercato orientale.

A risentire maggiormente di tale circostanza sembra essere il comparto dell’automotive che sta registrando una consistente frenata delle vendite in Cina per i prodotti importati, nonostante il Paese abbia previsto un calo robusto dei dazi.

Ma a cosa si deve la crisi dei prestiti tra privati? Stando a quanto reso noto da uno studio di Intermonte SIM la causa principale del rallentamento di questo settore sarebbe da ricondurre al fallimento di alcune piattaforme specializzati nei prestiti P2P, a seguito del loro grande successo. In Cina, infatti, nel 2015 è stato evidenziato un buon incremento dei prestiti tra privati che era arrivato a raggiungere i 200 miliardi di dollari, grazie anche ai tassi medi molto convenienti; tale dinamica avrebbe portato le autorità cinesi a fare delle considerazioni per non penalizzare troppo i canali di credito più tradizionali, tanto da vietare l’accesso a questi prestiti ad alcune categorie di richiedenti adottando così requisiti più severi. La diretta conseguenza per molte piattaforme è stata, appunto, la crisi: secondo i dati elaborati da Bloomberg tra luglio e agosto del 2018 si è registrata la chiusura di ben 118 piattaforme nel Paese. A questo proposito, il Governo sta mettendo a punto una serie di iniziative, in modo da scongiurare un effetto domino e un collasso del sistema.

La crisi del peer-to-peer come abbiamo accennato ha avuto già le prime ripercussione nel mondo automobilistico: la Cina rappresenta in questo contesto il primo mercato a livello mondiale, perciò un rallentamento delle vendite di auto nel paese avrà grandi conseguenze a livello mondiale.
 

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Prestiti: ottieni fino a 75.000€ Confronto Prestiti »

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca