02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Quali differenze fra Taeg e Tan?

Pubblicato il 27 gennaio 2016

Cosa sono Taeg e Tan

Tasso d’interesse, come ti calcolo? Per rispondere alla domanda, prendiamo spunto da una delle ultime decisioni pubblicate dall’Arbitro bancario finanziario sul suo sito web. Nella fattispecie, partiamo dalla decisione numero 7999 del 14 ottobre 2015. Il documento riporta che, con atto del 20 aprile 2015, una donna ha fatto ricorso dichiarando di avere stipulato con una banca, il 6 agosto 2009, un contratto di finanziamento. Il problema, sosteneva la signora, era che i tassi di interesse superavano il tasso soglia del periodo, quello cioè fissato da Bankitalia oltre il quale si configura l’usura. La donna ha dunque chiesto all’Abf che fosse accertata l’illegittimita? delle clausole e che la banca fosse condannata a rimborsare gli importi incassati - secondo la signora in modo illegittimo - a titolo di interessi. La banca si è difesa spiegando che gli interessi applicati al rapporto creditizio si sono mantenuti in ogni momento sotto il famigerato tasso soglia. Ma niente: la ricorrente ha replicato che anche gli interessi moratori avrebbero sforato il limite del tasso soglia.

E qui è intervenuto l’Abf. Il punto, ha messo in chiaro l’organismo istituito in seno alla Banca d’Italia, è che la signora ha calcolato il tasso effettivo sommando al Taeg il tasso di mora, la penale di estinzione anticipata e la differenza tra Taeg e Tan. Il risultato di questa operazione è stato il presunto superamento del tasso soglia. Il calcolo pero?, ha aggiunto l’Abf, e? sbagliato e la somma dei diversi tassi e di alcune spese, nel modo in cui l’ha effettuata la signora, “e? un’operazione priva di fondamento”. Ecco dunque che le istanze presentate dalla donna sono state giudicate infondate. Fatta questa premessa, concediamoci un veloce ripasso. Cos’è il Taeg? Il Tasso annuo effettivo globale è un indicatore che sintetizza il costo globale del prestito e che include tutte le spese che è essenziale sostenere se si vuole dare corso al finanziamento: nel Taeg rientrano le polizze aggiuntive, l’apertura e il mantenimento dei conti correnti, la gestione della pratica e i costi connessi alle operazioni di pagamento.

Il documento informativo precontrattuale deve contenere tutte queste specifiche. Ecco perché è saggio farselo dare prima di procedere alla firma del contratto: questo accorgimento consente di mettere a confronto l’offerta che ci viene presentata con quella di altre banche e finanziarie. La signora alla quale si riferisce la decisione dell’Arbitro bancario finanziario è giunta alla conclusione che le avessero praticato un tasso usuraio sommando al Taeg, tra le altre cose, il delta - ossia la differenza - fra Taeg e Tan. Un’operazione impropria, come evidenziato dall’Abf. Ne approfittiamo dunque per ricordare anche che cos’è il Tan: il Tasso annuo nominale è, in pratica, il tasso d’interesse “nudo e crudo” che l’istituto di credito applica al prestito e, in estrema sintesi, ci dice in percentuale quanti soldi in più, rispetto al capitale erogato tramite il finanziamento, dobbiamo versare alla banca o alla finanziaria a cadenza annuale. Di solito, nei piani di ammortamento, gli interessi maturati annualmente vengono spalmati sulle singole rate, in genere mese per mese.

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca