02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Prestiti, come li usano gli italiani?

Pubblicato il 22 maggio 2019

Più casa e arredamento, meno elettronica

Come se la passa il credito al consumo? Sono molte le indagini istituzionali che periodicamente ce lo dicono. A queste si aggiungono i report delle società di settore. Per esempio Findomestic e Compass, che recentemente hanno diffuso le nuove evidenze dei loro Osservatori. Quello di Findomestic, realizzato in collaborazione con Doxa, precisa innanzitutto che in termini di variazione annua la soddisfazione personale degli italiani è aumentata dello 0,3%, a fronte del +0,8% di quella verso il Paese. Ciò premesso, dove si orientavano le intenzioni di acquisto ad aprile? Nel confronto con marzo, sale il numero di chi vuole acquistare casa (+0,8%) e/o mobili (+0,9%, a fronte di una spesa di 2.666 euro in media). In aumento anche le ristrutturazioni (+0,3%), nonostante il calo dell’1,4% rispetto all’anno precedente. Bene ad aprile la telefonia, con un +1% su base mensile e un +1,1% anno su anno. Gli italiani mettono in conto di investire mediamente 406 euro in uno smartphone.

Meno bene, invece, personal computer e accessori, giù dello 0,3% (che diventa un -2,6% su base annua). Ma anche su tablet e e-book c’è stato un raffreddamento, che l’Osservatorio quantifica in un -0,2% mese su mese e in un -1,3% a livello annuo. Per foto e videocamere la flessione mensile è dello 0,8%, con un -1,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I piccoli elettrodomestici hanno totalizzato un +1,3% nel mese, stante una spesa media messa in preventivo di 231 euro. Il saldo dell’elettronica di consumo è negativo se si guarda alla variazione mensile (-0,3%) e positivo se invece si osservano i 12 mesi (+0,7%). Non benissimo i grandi elettrodomestici: -0,3% il dato mensile e -1,8% quello annuale. Oltre all’utile, il dilettevole. Le intenzioni di acquisto per viaggi e vacanze crescono sia rispetto al mese precedente (+1,4%) sia nel confronto con lo stesso periodo dell’anno passato (+0,6%): gli italiani contano di spendere in media 1.590 euro. A due facce le spese per l’abbigliamento e le attrezzature sportive (+1,1% nell’ultimo mese e -0,2% su base annua) e per le attrezzature per il “fai-da-te” (+1,1% e -1,2%).

Lieve crescita per l’efficienza energetica tra marzo e aprile: +0,4% per gli impianti fotovoltaici, +0,2% per le stufe e le caldaie ad alta efficienza, +0,1% per gli impianti solari termici e +0,1% per infissi e serramenti. Immutata la propensione a comprare auto nuove rispetto a marzo (-0,1%), a fronte di un incremento del 2,7% nell’anno. Bene moto e scooter, trend negativo per le vetture usate. Per un’auto nuova si prevede di spendere 19.500 euro, per una usata 6.573, e 3.162 euro per moto e scooter. D’altra parte, secondo l’Osservatorio Compass – specificamente dedicato ai motori – il ricorso a finanziamenti per comprare un’auto o una moto, nuove o usate, appare sempre più fondamentale e giocherà un ruolo decisivo anche in futuro. Complice il fatto che, se è vero che meno di un italiano su due è soddisfatto della condizione economica della propria famiglia, è anche vero che uno su tre si aspetta che questa condizione migliori nei prossimi 12 mesi.
 

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca