02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Come usare i prestiti online

Pubblicato il 3 ottobre 2016

Prestiti online, qualche consiglio

Cosa bisogna sapere prima di mettersi alla ricerca di un prestito online? Né più né meno che quello che c’è da sapere prima di chiedere un finanziamento allo sportello di una qualunque banca o finanziaria. Il web offre ai consumatori un panorama ben più ampio delle scelte disponibili sul mercato, con la possibilità peraltro di confrontarle tramite appositi comparatori come quello di Prestiti.it. Ma anche sul web, prima di accostarsi alla ricerca, è bene sincerarsi di avere tutte le carte in regola. Come? Younited Credit, piattaforma di prestiti online approdata in Italia ad aprile, propone ai consumatori un decalogo per cercare il finanziamento giusto e vivere sereni. Innanzitutto, sincerarsi di possedere i requisiti necessari per ottenere il credito: fra questi, l’assenza di insolvenze gravi e l’esistenza di un reddito dimostrabile. Secondo consiglio, non strafare: è meglio chiarirsi bene le idee sull’importo di cui avete bisogno e limitarsi a chiedere quello senza andare oltre, per non dover poi fare i conti con una situazione di eccessivo indebitamento.

Terzo punto del decalogo stilato da Younited Credit: confrontare le tariffe. Come detto, lo si può fare tramite comparatori come prestiti.it: si tratta di piattaforme che consentono di scovare in pochi clic i tassi più convenienti. Il quarto consiglio riguarda il come selezionare la piattaforma alla quale affidarsi. È doveroso sincerarsi che sia autorizzata a operare o come istituto di credito o come mediatore: in entrambi i casi, l’autorizzazione - della Banca d’Italia piuttosto che dell’Organismo degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi - è riportata in fondo all’home page del sito. Quinto suggerimento, assicurarsi che la piattaforma prescelta non applichi costi nascosti, per esempio commissioni oppure spese in più non esplicitate alla richiesta del prestito. Secondo Younited Credit, poi, è molto più saggio e prudente puntare a un prestito a tasso fisso e con rate costanti, per schivare le oscillazioni imprevedibili del tasso variabile. Quest’ultimo è più sensibile alle mosse di politica monetaria operate dalla Banca centrale europea in termini di aumento o riduzione del costo dei finanziamenti.

Spieghiamo meglio. In un periodo - come quello attuale - in cui questo costo è molto basso, il variabile ha senza dubbio un grande appeal. Se però la Bce iniziasse ad alzarlo, le rate mensili aumenterebbero e voi vi trovereste a dover pagare di più. Sul fronte dei mutui, questo meccanismo in passato ha fatto penare più di un debitore. Il settimo consiglio dice: fate un’assicurazione sul prestito, che vi tutela in caso di difficoltà nel rimborsarlo. E ancora: se volete velocizzare l’erogazione del prestito, non appena la vostra richiesta ottiene l’ok del creditore dovete subito preparare i documenti giustificativi. Assolutamente sconsigliato, poi, cedere all’urgenza e presentare più richieste di prestiti contemporaneamente, visto che tutte le banche e le finanziarie dialogano con gli stessi sistemi di informazioni creditizie e, quindi, verrebbero a saperlo. Ciò deporrebbe a vostro sfavore, incrementando le chance di sentirsi rispondere no. Infine, se in passato siete incappati in un rifiuto, chiedete la liberatoria al creditore che vi ha negato il finanziamento.

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca