02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

A rischio i prestiti auto in USA

Pubblicato il 11 luglio 2016
Usa: rischio per i prestiti auto

Stati Uniti, problemi per chi l'auto la compra con un prestito

Sembra essere in crescita il numero dei prestiti auto richiesti dai cittadini americani in quest’ultimo periodo. Tale dinamica positiva però non convince proprio tutti: secondo alcuni, infatti, il mercato dei prestiti per l’acquisto di una vettura non sembra avere basi così solide come ci si aspetterebbe.

A dare questa notizia ci ha pensato solamente qualche giorno fa Jamie Dimon, amministratore delegato di JPMorgan Chase, che in una nota ha dichiarato come questo segmento di mercato, seppure a primo acchito in espansione, in realtà sul lungo periodo potrebbe dare segni di cedimento piuttosto evidenti.

Principali preoccupazioni sembrano essere collegate all’andamento del credito per le automobili: secondo quanto emerso da un report condotto da Experiaan nei primi tre mesi del 2016 negli Stati Uniti il credito totale erogato ai cittadini per l’acquisto di nuove vetture ha superato abbondantemente i 1.000 miliardi, registrando un + 11% rispetto al 2015.

Complici di questo consistente rialzo sembrano essere stati una varia serie di circostanze, di base dal carattere tendenzialmente positivo. Prima tra tutte il grande boom registrato nell’acquisto di nuove vetture, conseguentemente anche all’allentamento dei criteri previsti per la normale concessione di prestiti personali da parte dei diversi istituti bancari o finanziarie. Tutto ciò ha quindi reso possibile l’ottenimento di una liquidità aggiuntiva anche per coloro che fino a qualche tempo fa erano esclusi da questo tipo di opportunità.

Stando quanto messo in evidenza da Dimon la crisi del mercato dei prestiti auto negli Usa non sarebbe comunque così vicina ma i rischi potrebbero aumentare gradualmente con il numero dei mancati rimborsi dei prestiti richiesti da parte dei clienti che potrebbero trovarsi in difficoltà con il rimborso della rata stabilita da contratto. Ricordiamo infatti che negli Stati Uniti i prestiti concessi ai clienti “subprime” sono aumentato all’inizio di questo 2016 del ben + 11% rispetto allo stesso periodo del 2015.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca