02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Quali sono i tempi dei finanziamenti

Pubblicato il 30 gennaio 2017

Quanto tempo occorre per avere un prestito

Prestito cercasi. E dopo che l’ho trovato, quanto tempo ci metto a riceverlo? La domanda ci sta tutta. Ma la risposta non è una e valida per tutti. Al contrario: dipende da diversi fattori. Innanzitutto, dal tipo di prestito richiesto. Il prestito finalizzato ha tempi di erogazione tendenzialmente rapidi, che comunque comportano qualche giorno d’attesa. Stiamo parlando, lo ricordiamo, di un finanziamento vincolato all’obiettivo di spesa e che coinvolge un terzo soggetto, oltre al debitore e al creditore: il rivenditore. Esempio: se vado a comprare un’automobile e decido di acquistarla con un prestito, la finanziaria convenzionata con il concessionario accrediterà l’intero ammontare del costo del veicolo al rivenditore, che mi consegnerà la macchina; poi io, avendo firmato i moduli per il finanziamento direttamente in concessionaria, restituirò la somma a rate alla finanziaria. Pure i prestiti personali, non vincolati all’obiettivo di spesa, richiedono qualche giorno di attesa.

Più lunghi - parliamo anche di settimane - i tempi per la cessione del quinto, formula di finanziamento pensata per pensionati e dipendenti pubblici che con il tempo ha esteso il suo campo d’intervento includendo anche i dipendenti privati e i collaboratori a progetto. In questo caso, la rata è trattenuta a monte dall’ente di previdenza o dal datore di lavoro, che la gira al creditore. Il “quinto” è riferito all’entità della rata, che appunto non può superare il quinto della pensione o dello stipendio. Se però abbiamo bisogno di soldi subito, una via preferenziale può essere il prestito online. Come suggerisce il nome, la ricerca, la selezione del finanziamento, la richiesta di preventivo e la conferma della domanda, con invio della documentazione necessaria al creditore, avvengono online, tramite computer o dispositivo mobile. Anche qui, la banca o la finanziaria che propone il prestito ha bisogno di esaminare la situazione reddituale e finanziaria del richiedente, il quale, come accennato, dovrà reperire e inviare l’intera documentazione utile. Inizia dunque la valutazione dell’ufficio competente della società creditizia, ufficio che è in grado di comunicare il suo verdetto anche entro 48 ore.

Attenzione, però: “prestito subito” è l’annuncio-civetta di molti siti e messaggi e-mail dietro cui si nascondono brutte sorprese, compresi truffe e furti d’identità. È quindi essenziale sapere a chi affidarsi: accertatevi sempre che il sito che state visitando è di una banca, finanziaria o comparatore autorizzati (generalmente, ciò è segnalato in basso nella homepage). Notare bene: tutto ciò vale in linea di massima. I tempi veri possono variare, anche sensibilmente, caso per caso, dal momento che un peso non secondario lo ha il merito di credito di chi fa richiesta, e dunque la sua storia (ha già avuto altri finanziamenti e li ha rimborsati nei tempi oppure no) e la sua situazione attuale (ha altri prestiti in corso e/o altre spese che potrebbero mettergli i bastoni fra le ruote nella restituzione del nuovo finanziamento). Non solo: la valutazione del merito creditizio avviene in base a criteri universali, che però gli istituti possono declinare in maniera più o meno rigida. Anche l’ammontare dell’importo richiesto può fare la differenza.

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca