02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Prestiti agevolati per famiglie e aziende alluvionate

Pubblicato il 27 ottobre 2014

Come ottenere prestiti in caso di alluvioni

Prestiti agevolati a famiglie e aziende colpite dalle calamità naturali. Che nella nostra penisola vuol dire terremoti ma anche, da qualche tempo a questa parte, devastanti alluvioni. Le quali hanno iniziato a riproporsi con preoccupante ciclicità in quella che sempre di più appare come la versione italiana della “stagione delle grandi piogge”. Qualche settimana fa, dunque già in pieno autunno, un’alluvione ha travolto Genova e un’altra ha colpito Parma e l’alessandrino. Eventi estremi che hanno rinnovato la concessione, da parte delle banche, di prestiti con facilitazioni a privati e imprese rimasti vittime degli effetti di questo grosso guaio procurato dalla natura ma spesso aggravato dall’incuria dell’uomo.

Per i fatti che hanno interessato il genovese e l’alessandrino, UniCredit ha predisposto un piano destinato alle famiglie colpite, piano che fra l’altro prevede un prestito dedicato. Banca Monte Parma e Carisbo, del gruppo Intesa Sanpaolo, hanno stanziato un primo plafond di 15 milioni di euro per finanziamenti a condizioni particolari a imprese, artigiani e commercianti, agricoltori e famiglie del parmense. Stessa cifra da Banca Carige, qui con l’obiettivo di sostenere i più colpiti a Genova e nell’immediato entroterra, mentre per le province di Alessandria e Parma la banca erogherà 10 milioni di euro. Su questi prestiti non ci saranno diritti di istruttoria né spese per la riscossione delle rate. Per chiedere il finanziamento basta un’autocertificazione dei danni subiti.

Anche la Popolare dell’Emilia Romagna ha stabilito che è sufficiente un’autocertificazione, da compilare direttamente in filiale. La banca offre ai privati finanziamenti fino a 36 mesi, al tasso fisso dell’1% e fino a 20mila euro. Per richiederli c’è tempo fino al 31 gennaio. Mps ha concentrato la sua attenzione sulla provincia di Genova stanziando 30 milioni per finanziamenti a condizioni di particolare favore anche a copertura dei danni alle case. Si tratta di un prestito a breve termine, con durata da tre a 12 mesi, da estinguere attraverso contributi pubblici o con un mutuo presso la stessa Mps: un finanziamento “ponte”, insomma, per somme che vanno da 10mila a 100mila euro. Credem ha lanciato una linea di credito a breve e medio termine a tassi agevolati. La domanda va fatta entro il 27 febbraio: basta rivolgersi alle filiali o ai centri imprese.

Un plafond di 50 milioni di euro per i clienti di Cariparma, Carispezia e FriulAdria che hanno subito danni dall’alluvione nelle province di Alessandria, Parma, Grosseto, Genova e Trieste: il gruppo Cariparma Crédit Agricole ha varato così i suoi finanziamenti a condizioni agevolate per privati e aziende, senza spese di istruttoria e incasso rata. La Popolare di Lodi ha stanziato 10 milioni di euro per nuovi finanziamenti alle famiglie danneggiate dall’alluvione che ha colpito Parma, in particolare il quartiere Montanara. Previsti tra l’altro prestiti personali fino a 75mila euro e della durata di 120 mesi al massimo. Infine, da Banca Etruria prestiti per 5 milioni a chi è stato colpito dall’alluvione in provincia di Grosseto e non solo: avranno un tasso agevolato, con uno spread massimo del 2,5% sull’Euribor di riferimento. Maggiori informazioni presso le filiali della banca.

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca