02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Indebitamento eccessivo, cosa fare

Pubblicato il 18 luglio 2017

Come comportarsi se si hanno troppi debiti

Lo abbiamo detto molte volte ma, si sa, “repetita juvant”, ripetere giova. Con il termine sovraindebitamento si indica la condizione nella quale versa chi si è indebitato nei confronti di società finanziarie o bancarie, fornitori e/o amministrazione pubblica e non riesce a fare fronte ai debiti contratti perché i pagamenti che è chiamato a sostenere superano le sue entrate. Insomma, deve spendere più di quanto guadagna.

Una situazione a dir poco critica, alla base della quale certe volte ci sono prestiti contratti senza valutare adeguatamente la sostenibilità dell’impegno e le proprie reali possibilità rispetto al reddito di cui si dispone. Spesso, però, il cortocircuito è causato da improvvise emergenze. Stando ai dati dell’Osservatorio Prodeitalia, le famiglie italiane che si trovano in una situazione di indebitamento eccessivo sono afflitte da passivi che oscillano fra i 40mila e gli 80mila euro. Sempre sulla base dei dati dell’Osservatorio, si tratterebbe di famiglie che appartengono al ceto medio: sono proprio loro a essere maggiormente in difficoltà. E due famiglie su tre sostengono di aver dovuto contrarre il debito per via di un imprevisto, in genere a causa della malattia di un familiare o della perdita improvvisa del posto di lavoro.

Una congiuntura economica nel quadro della quale il network dello studio legale Ca.Sco, presente in tutte le regioni e i cui avvocati collaborano con il Progetto Prodeitalia, e l’associazione nazionale tributaristi Lapet hanno siglato una convenzione proprio con l’obiettivo di risolvere gravi situazioni di crisi. Insomma, per offrire un aiuto a chi - per le più svariate ragioni - non riesce a rispettare i debiti contratti. Come funziona? Alla base c’è la collaborazione fra le due sigle sul piano della formazione, della consulenza e dell’assistenza in materia di procedure regolate dalla legge 3/2012, legge che ha introdotto in Italia i mezzi per affrontare il sovraindebitamento. La convenzione registra l’impegno di Prodeitalia a collaborare con i professionisti associati Lapet e a formarli mettendo a disposizione relatori per i seminari da organizzare in tutta Italia. Fra le materie oggetto di studio, l’approfondimento della legge 3/2012 e le successive modifiche, i piani di ristrutturazione, le garanzie bancarie, le fideiussioni e l’usura.

“Riteniamo che la convenzione siglata possa rappresentare un valore aggiunto e un’opportunità di lavoro per i professionisti iscritti alla nostra associazione ma, soprattutto, un’attività di rilevanza socioeconomica”, ha affermato Roberto Falcone, presidente nazionale dell’associazione nazionale tributaristi Lapet. Prodeitalia è una rete di avvocati, commercialisti e consulenti del lavoro operanti in ogni parte d’Italia. Alla luce della legge 3 del 2012 - la quale regola il sovraindebitamento introducendo nell’ordinamento giuridico italiano la procedura di esdebitazione - Prodeitalia persegue l’obiettivo di assistere e aiutare tanto le imprese quanto i cittadini. I professionisti che hanno aderito al Progetto offrono le loro competenze fornendo una prima consulenza gratuita sugli strumenti che la legge mette a disposizione. Prodeitalia ha anche varato il numero verde 800.964.022: chi vi si rivolge può chiedere all’operatore all’altro capo del filo ogni chiarimento utile su come funzione e come si applica la legge anti-sovraindebitamento.

 

 

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca