02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Anche i giovani possono avere un prestito

Pubblicato il 24 dicembre 2012

Prestiti e giovani

Due casi recentissimi, uno più surreale dell’altro, il primo avvenuto in Italia, il secondo in Cina. Nel nostro Paese, un minorenne si è rivolto a un “compro oro” di Macerata, nelle Marche, per vendere i gioielli dei genitori. Obiettivo: usare il ricavato per acquistare un iPhone 5. Nella Repubblica Popolare, invece, un diciassettenne è arrivato a cedere un suo rene per 3mila euro, che poi ha investito per portarsi a casa un tablet e uno smartphone. Premettendo che nel nostro Paese i minorenni non possono richiedere prestiti, esistono soluzioni molto meno estreme per esaudire i propri desideri tecnologici. In particolare, i giovani che vorrebbero iniziare l’anno regalandosi un personal computer, un tablet o uno smartphone possono valutare diverse proposte messe a punto da banche e società finanziarie. Purché, ovviamente, abbiano raggiunto la maggiore età.

Prendiamo il caso di Mattia, uno studente che ha da poco compiuto 18 anni. Il sistema di comparazione di Prestiti.it, selezionando la finalità “pc ed elettronica”, evidenzia alcune opzioni per lui. Ipotizziamo per esempio che abbia bisogno di 1.500 euro e che, con il supporto della sua famiglia, li voglia rimborsare in due anni. Mattia può scegliere tra quattro offerte. Il giovane ha le caratteristiche per accedere al prestito “I tuoi progetti” di Findomestic. La rata mensile, per un totale di 24, è di 70,10 euro. A fronte dei 1.500 euro richiesti, la cifra dovuta alla fine è di 1.682 euro. Il Tan fisso è dell’11,15%, il Taeg dell’11,74%. Banca Marche propone invece un prestito personale con Tan fisso all’11,22% e Taeg al 15,10%. Anche qui, 24 rate: ognuna è di 70,94 euro. La somma dovuta, a fronte di un finanziamento di 1.519 euro, ammonta a 1.730 euro.

La Popolare di Bari, dal canto suo, fa un’offerta con Tan fisso all’11,25% e Taeg al 21,92%. La rata è di 71,14 euro. Il totale del credito in sé è di 1.523 euro, mentre il giovane in due anni dovrebbe rimborsarne 1.831. Appena fuori dal podio c’è Friuladria, del gruppo Crédit Agricole, che per un ragazzo come Mattia prevede una formula con Tan fisso al 12,50% e Taeg al 33,08%. Ogni rata – per un totale di 24 – prevede un esborso di 82,79 euro. Alla fine, Mattia dovrà restituire all’istituto 1.991 euro, rispetto a un prestito iniziale di 1.750.

Attenzione: sono tutte proposte che non prevedono assicurazione. Se Mattia sceglie di tutelarsi contro il rischio di non riuscire a rimborsare il finanziamento – mossa, questa, sempre consigliata – il ventaglio si ridurrà a un’unica proposta: quella di Findomestic. In tal caso, il prodotto “I tuoi progetti” viene a costare 1.769 euro a fronte dei 1.500 richiesti: appena 87 euro in più rispetto all’opzione senza polizza. La rata è di 73,70 euro, con un Tan fisso dell’11,15% e un Taeg dell’11,74%.

Ricordiamo che, nella valutazione di un prestito, Tan e Taeg vanno studiati attentamente. Il primo è il tasso annuo nominale e indica l’interesse applicato alle rate. Ma per stabilire se un prodotto è conveniente oppure no, è importante soppesare il Taeg, che è il tasso annuo effettivo globale e include Tan, spese di istruttoria e spese di documentazione. Piùlo scarto tra i due indicatori è basso, meglio è.

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca