02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Guida ai prestiti per dipendenti

Chi è lavoratore dipendente, soprattutto se di un ente pubblico, ma anche di un'azienda privata, ha molte interessanti chances per chiedere un finanziamento: cessione del quinto o prestito personale, prestiti Inps, Inpdap. Con la cessione del quinto dello stipendio può sostituire le rate a una trattenuta sulla busta paga, che non potrà superare un quinto del proprio stipendio mensile.

Per dipendenti che lavorano nella pubblica amministrazione è il DPR. 05/01/1950, n. 180 a regolare l'erogazione di un prestito da parte di banche e finanziarie. Poi, con l'arrivo della legge 311 del 2004, i benefici del decreto sono stati estesi in parte anche a chi è impiegato come dipendente nelle aziende private, ma con alcune limitazioni. Vediamone alcuni.

Di cessione del quinto e prestito personale abbiamo già parlato nei rispettivi capitoli. Ma chi è lavoratore dipendente, soprattutto se di un ente pubblico, ha molte interessanti chance per chiedere un finanziamento. Con la cessione del quinto dello stipendio può sostituire le rate a una trattenuta sulla busta paga, che non potrà superare un quinto del proprio stipendio mensile.

Per dipendenti che lavorano nella pubblica amministrazione è il DPR. 05/01/1950, n. 180 a regolare l'erogazione di un prestito da parte di banche e finanziarie. Poi, con l'arrivo della legge 311 del 2004, i benefici del decreto sono stati estesi in parte anche a chi è impiegato come dipendente nelle aziende private, ma con alcune limitazioni. Questa normativa prevede, in tema di finanziamenti, che l'ente pubblico per il quale si lavora, deve accettare la domanda del lavoratore nel caso di richiesta di finanziamento tramite cessione del quinto. Per i dipendenti di aziende private invece, non c'è l'obbligatorietà tassativa di accettare la proposta di prestito del suo dipendente.

Prestiti Inpdap
I prestiti Inpdap sono finanziamenti concessi ai dipendenti pubblici. Possono essere quelli erogati direttamente dall'ente previdenziale iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali, oppure possono essere proposti da vari enti finanziari, che hanno ideato ad hoc per dipendenti ed ex dipendenti pubblici o statali, prestiti personali, o per protestati, a volte a tassi vantaggiosi in convenzione con Inpdap. Lo stesso l'Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica offre ai suoi membri forme di prestiti ad hoc, anche se non è obbligata a concederli.

Piccolo Prestito
Il Piccolo prestito è un finanziamento della durata da uno a quattro anni concesso agli iscritti alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali. Si tratta di una somma di denaro che può essere richiesta in prestito per venire incontro agli imprevisti della vita, dedicata a dipendenti e pensionati pubblici che percepiscono uno stipendio o una pensione fissi continuativi.

Per presentare domanda basta compilare l'apposita documentazione. Questi piccoli prestiti sono rimborsabili da un minimo di 12 rate mensili a una massimo di 48 rate a tasso fisso. AI piccolo prestito a seconda della durata, si applicano: un tasso di interesse a scalare, un'aliquota per spese di amministrazione e una per il fondo rischi, che, nel caso di pensionati, aumenta a seconda dell'età del richiedente e della durata del finanziamento.

Prestiti convenzionati Inpdap
Alcune finanziarie, in convenzione con Inpdap, erogano prestiti a condizioni particolarmente favorevoli per dipendenti pubblici e statali. Tra chi ha stipulato accordi con l'Inpdap c'è il gruppo Bnp Paris Paribas che per pensionati e dipendenti Inpdap propone finanziamenti elastici e sicuri, con tasso fisso, senza particolari garanzie e fino a 100.00 euro finanziabili con possibilità di rimborso fino a 120 mesi.

Prestito pluriennale diretto e garantito
E' sempre una tipologia di finanziamento rilasciata da Inpdap ed è un prestito della durata da 5 a 10 anni che avviene con la formula della cessione del quinto.

Il prestito pluriennale garantito invece è come il precedente, solo che offre alcune garanzie a tutela dei rischi che potrebbero colpire chi richiede il denaro. Questo prestito, erogato da società finanziarie e istituti di credito convenzionati con Inpdap, viene ripagato sempre con la formula della cessione del quinto e protegge da eventi improvvisi come morte prematura, riduzione dello stipendio del richiedente, e altre situazioni che potrebbero mettere a repentaglio la regolarità di rimborso del prestito.

Vota la guida :

Valutazione media: 5,0 su 5 ( 1 voti)

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.