02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Prestiti d'onore: requisiti e vantaggi

Come attivare un prestito d'onore

I prestiti possono essere molto utili per l’acquisto di beni e servizi, per l’acquisto e la ristrutturazione della casa o semplicemente per realizzare piccoli o grandi progetti di vita. Quando un prestito però viene pensato per la carriera lavorativa o scolastica e che quindi è indirizzato a chi, con merito, desidera portare avanti un percorso lavorativo o di studi, si parla nello specifico di prestito d’onore. La denominazione stessa sta a indicare il fatto che può essere concesso a individui impegnati e determinati ad assicurarsi un ottimo futuro.

Ma cos’è per l’esattezza il prestito d’onore, in cosa consiste e come può essere ottenuto? Il prestito d’onore non è diverso da un classico finanziamento personale, ma ha la particolarità di avere agevolazioni aggiuntive. Prima di tutto, poiché tende a essere rivolto a chi vuole intraprendere una carriera lavorativa o a chi sta ancora terminando gli studi o vuole proseguire con essi, questo tipo di prestito per essere ottenuto non richiede particolari garanzie da dimostrare a banche o finanziarie. In casi normali il richiedente dovrebbe almeno avere un reddito fisso dimostrabile, un lavoro stabile e una buona condizione economica. Questi requisiti servono per far capire a chi ha elargito il prestito, che i soldi verranno rimborsati in modo regolare senza problemi. In questo caso, invece, non è necessario fornire grandi garanzie poiché il prestito è pensato appositamente per garantire un futuro più stabile all’individuo che lo richiede. Non c’è nemmeno bisogno della presenza di un garante.

Il prestito d’onore è regolamentato dal decreto legislativo 185/00 e si struttura in due parti, una parte a fondo perduto (il 60%) e l’altra parte più piccola come prestito a tasso agevolato (40%). Nonostante non siano necessarie grandi garanzie per ottenerlo, la domanda può essere comunque presentata in base a dei requisiti molto semplici. Il richiedente dev’essere maggiorenne e sprovvisto di impiego da almeno sei mesi, prima della richiesta di finanziamento. Deve inoltre avere residenza in una località che prevede questo finanziamento. Dato che il prestito d’onore è riservato sia a chi vuole intraprendere un’attività lavorativa, sia agli studenti che vogliono proseguire gli studi, esso è diviso in varie soluzioni personalizzate, a seconda dello scopo del prestito.

Il prestito Microimpresa è dedicato agli aspiranti imprenditori, per avviare un’attività lavorativa autonoma e acquistare materiali e strumentazioni. Può arrivare fino a un massimo di 129.144 €. Il prestito Franchising è rivolto anch’esso ai lavoratori, ma a quelli che come obiettivo primario hanno l’apertura di un franchising e varia a seconda del tipo di investimento che l’imprenditore vuole effettuare. Per ultimare la serie di finanziamenti lavorativi, esiste anche il prestito Lavoro Autonomo, per avviare una carriera come lavoratori in proprio. Questo finanziamento arriva fino a un massimo di 25.823 €. Per la carriera scolastica invece è stato pensato il prestito Studenti, che serve a permettere agli studenti volenterosi che non hanno le possibilità economiche, di avere una formazione scolastica adeguata.

Tutti questi tipi di prestito sono molto importanti per un Paese oppresso dalla crisi economica come l’Italia. Per agevolare lo studio da parte di studenti determinati, creare occupazione e rimettere in moto l’economia italiana, questo finanziamento è fondamentale per fornire i giusti mezzi a chi è intenzionato a impegnarsi nello studio o nel lavoro.

Vota la guida :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.