02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Prestiti cambializzati: come funzionano

Cos'è un prestito cambializzato

La questione dei prestiti e dei finanziamenti, per privati o per imprese, sono una questione spinosa per molti. In alcune situazioni, che possono riguardare i grandi e i piccoli progetti, ma anche semplicissimi bisogni di liquidità immediata, sono fondamentali, ma ottenerli è tutt’altro che semplice. Le banche promettono procedimenti facili e condizioni agevolate, ma esistono dei requisiti ben precisi per poter essere considerati degni di ottenere un prestito. Nello specifico, colui che lo richiede deve essere in grado di dare una garanzia, ossia di dimostrare di essere in grado di restituire tutto tramite documenti che lo attestino. In alternativa ai classici prestiti e in condizioni di scarsa garanzia da parte dei clienti, sono state progettate altre soluzioni, come per esempio il prestito cambializzato. Per prestiti cambializzati si intende semplicemente tutti quei prestiti le cui rate possono essere pagate tramite delle cambiali e che rappresentano vantaggi e svantaggi per coloro che non sono in grado di ottenere dei prestiti tradizionali. La prima caratterstica di un prestito cambializzato è il fatto che non è finalizzato, ossia l’individuo che lo richiede non è tenuto a chiarire lo scopo del credito ottenuto. Come seconda cosa, particolare che lo rende un vantaggio per molti, è il fatto che se approvati (solitamente sono facili da ottenere) possono sono erogati in tempi molto brevi, più rapidi rispetto ad un prestito normale. Il pagamento delle rate, costanti e a tasso fisso, avviene tramite cambiali mensili dotate di bollo, compilate e firmate.

Il prestito cambializzato può essere concesso sia da una banca che da una finanziaria, ma anche da privati ed è destinato soprattutto a quegli individui che non sono in possesso dei requisiti per ottenere un normale prestito personale, per mancanza di garanzie oppure perché sono stati precedentemente segnalati come cattivi pagatori al CRIF. Questo enorme vantaggio, a cui si aggiunge anche una certa flessibilità nelle condizioni di pagamento, non è però assoluta e soprattutto non fa per tutti. Meglio evitare di sottoscrivere un contratto per un prestito cambializzato, se non è sicuri di poter pagare ogni rata senza ritardi. Ci sono regole precise e rigide da rispettare.

Il sistema di pagamento delle rate tramite cambiali è infatti molto più facile da controllare da chi concede il prestito e permette di recuperare in fretta le somme concesse. Il procedimento consente infatti di procedere subito al pignoramento o simili provvedimenti in caso di mancato pagamento di una rata, o anche solo di ritardo. In questi casi si può rischiare di non essere ammessi ad altri prestiti in futuro. Inoltre anche per questo tipo di prestito è necessario fornire alcune garanzie, oppure farsi appoggiare da un garante. È possibile posticipare il pagamenti di alcune rate, ma solo su accordo con l’ente che ha concesso il prestito.

Per richiedere il prestito cambializzato, chi è interessato deve presentare alla banca, alla finanziaria o a chi si occupa di questo tipo di finanziamento, una copia del TFR, in caso di lavoro dipendente, oppure la firma da parte di un garante, che si impegna a portare a termine il pagamento delle rate, in caso di impossibilità a farlo da parte del contraente. Va presentata inoltre la domanda di prestito compilata, con allegate le copie della carta di identità, del codice fiscale, dell’ultima busta paga, del modello CUD per lavoratori dipendenti e del modello unico per i lavoratori in proprio.

Il prestito finalizzato è meno diffuso rispetto ai tradizionali prestiti personali perché presenta tassi di interesse più alti. È possibile richiedere tra i 2.500 € e i 50.000 €, con debito da saldare entro i 10 anni.

Vota la guida :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.