02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Chiedere un prestito online

Pubblicato il 1 aprile 2014

Prestiti via web

Domanda: quanto tempo, in una giornata, trascorrete su Internet? Risposta: se non tutta, quantomeno buona parte della giornata. Fino a non molti anni fa, per attivare una connessione servivano un computer, un cavo e un abbonamento. Insomma, ci voleva una postazione fissa. Oggi non c’è solo il pc: ci sono anche svariati dispositivi, leggeri o molto leggeri, che li metti in borsa e quasi te li dimentichi. Con i tablet e gli smartphone, davvero la connessione è diventata senza limiti. Ovviamente questo ha cambiato le nostre abitudini, nelle relazioni e nei consumi. Ci si rivolge con sempre più familiarità all’on line, anche per cercare polizze assicurative e finanziamenti. Così sono nati i comparatori, quei siti web – come Prestiti.it – che danno l’opportunità di confrontare le proposte delle società e di ottenere un preventivo. Non solo: per le linee di credito, spesso è possibile condurre tutto l’iter di ricerca, selezione, richiesta e incasso via web.

Ecco una prova su strada: Findomestic, società del gruppo Bnp Paribas, ha nel suo carnet Offerta Flash, che prevede la possibilità di condurre la trattativa da casa con proceduta 100% on line e firma digitale. Ma, in generale, come funziona? Il prestito si può richiedere tramite i siti web delle banche o delle finanziarie oppure rivolgendosi agli intermediari autorizzati, come per l’appunto Prestiti.it. Notare bene: gli operatori che hanno ottenuto il nulla osta alla prestazione del servizio riportano, di solito nel riquadro che contiene nome, indirizzo e numeri della società, a pie’ di home page, l’avviso che la società “è iscritta nell’elenco dei mediatori creditizi presso Oam”, ossia l’Organismo che gestisce l’elenco dei mediatori del credito.Prima di procedere, dunque, è altamente consigliato controllare, magari facendo una verifica incrociata sul sito dell’Oam.

Chiunque sia interessato, può compilare la richiesta di credito on line, inserendo i dati riportati sul documento d’identità e le coordinate bancarie. Mentre l’esame della pratica è in corso, lutente ne può seguire gli sviluppi sempre via Internet. Una volta che la società ha deciso di erogare il finanziamento, spedisce i documenti contrattuali all’indirizzo di posta elettronica dell’utente che ha presentato domanda. A proposito: può farsi avanti soltanto chi ha i requisiti richiesti in genere in questi casi. Quindi, un’età compresa fra i 18 e i 75 anni, un reddito dimostrabile tramite busta paga, cedolino della pensione o Cud e residenza nel territorio italiano.

Chi vuole sbrigarsela on line è bene che disponga della cosiddetta “firma digitale”: con questa espressione si indica l’insieme dei dati elettronici che serve per identificare con un altissimo grado di sicurezza la persona che ha inviato l’istanza di accesso al credito. Un aspetto interessante, infine, è che ilprestito on linegeneralmente comporta costi più bassi rispetto a quello tradizionale: questo perché, avvenendo tutte le pratiche via Internet,la società che lo offre deve sostenere meno spese per mantenere il personale e gli uffici. E il fatto che sia on line non vuol dire che sia coperto da minori garanzie rispetto a quelle previste per il finanziamento classico.

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca