02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

22 marzo 2013

News - Solo il 19% del credito alle famiglie

Sempre importante la parte di finanziamenti per cassa

Cgia di Mestre analizza il credito

Secondo quanto riportato da questi giorni dall’Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre oltre l’80% dei 1335 miliardi di euro dati in prestito dagli istituti bancari ai nostri connazionali è stato concesso al primo dieci per cento degli affidati, ovvero a quelli che vengono considerati i migliori clienti; mentre la parte restante viene suddivisa tra le piccole aziende, i lavoratori autonomi ed i nuclei familiari che rappresentano circa il novanta per cento della clientela della banche.

A questi dati la Cgia di Mestre aggiunge anche la considerazione che il tasso di insolventi all’interno della percentuale alla quale viene erogata la parte più sostanziosa di credito al consumo è molto alta, supera infatti il 78%; a commento di questi dati il segretario dell’associazione evidenzia come questo fatto sia molto strano poiché non tiene conto dei livelli di affidabilità molto bassi che caratterizzano questo dieci per cento di clienti selezionati. Prestando attenzione ai soli dati numerici vediamo che l’80,9 % dei prestiti erogati dagli istituti di credito è concesso a questa selezionata percentuale di clienti, che è chiaramente costituita non da gruppi di famiglie o da lavoratori con partita Iva; questa parte di credito viene tecnicamente definita come finanziamenti per cassa; tipologia di credito nella quale rientra circa il 70 per cento dei finanziamenti totali che vengono dati dal sistema bancario del nostro Paese.

Sempre dall’analisi dell’Associazione Artigiani Piccole Imprese emerge un altro risultato molto particolare: da gennaio dello scorso anno all’inizio di quest’anno, in uno dei momenti peggiori della crisi economica, è cresciuta di oltre 43 miliardi, ovvero del 2,5%, la raccolta mentre i prestiti concessi ai clienti sono decresciuti di 27,5 miliardi di euro, che corrispondono ad una diminuzione dell’1,4 per cento; le sofferenze totali sono indubbiamente in un momento di crescita notevole e complessivamente sono ormai pari a 115 miliardi di euro.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Giovanna Valsecchi, si è laureata nel 1999 all’Università Cattolica di Milano in Lettere Moderne con indirizzo in comunicazioni sociali.

Fino al 2005 si è occupata dell’Ufficio Stampa legato alle iniziative dell’associazione onlus Emergency, ha poi lavorato per l’ufficio stampa di eBay Italia e da settembre del 2010 si occupa delle media relations di Facile.it

Cerca