02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Prestiti per i giovani: le possibilità al Sud

Pubblicato il 19 febbraio 2018
Il meridione riparte col credito ai giovani

Iniziative a favore dell'imprenditoria giovanile al sud

L’Italia sta ormai uscendo dalla crisi, con un’economia sempre più forte e un mercato che sta tornando vivace e dinamico. Rimangono ancora però alcune zone, come ad esempio il Mezzogiorno, che hanno bisogno di intraprendere un concreto percorso di rinascita. Di questo avviso è il ministro della Coesione territoriale, Claudio de Vincenti, che ha dichiarato l’avvio di due misure molto importanti, riportate anche dal Il Sole 24 Ore solamente qualche giorno fa.

Si punta tutto sui giovani e sul territorio, ecco le basi portanti di questi progetti che attuano il decreto legislativo per il Mezzogiorno, che era stato approvato in via ufficiale l’estate scorsa e che prevede nei fatti una serie di prestiti personali per dare avvio a nuove iniziative, moltiplicando al contempo così le occasioni di lavoro nell’area. Potranno accedere a queste specifiche agevolazioni i giovani residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono i principali strumenti che il governo ha messo a punto a sostegno dei ragazzi che desiderano rimanere a vivere in queste regioni.

Si chiama “Banca terre incolte” il progetto diventato operativo all’inizio di questo 2018 che intende valorizzare e riqualificare le aree del Sud Italia. I vari terreni abbandonati (e cioè privi di manodopera attiva nel corso degli ultimi 10 anni) saranno dati, in affido o in affitto, ai giovani residenti della zona che intendono dare avvio ad attività agricole e puntare su prodotti locali di qualità.

Al Mezzogiorno si dà anche una mano ai giovani che vogliono diventare imprenditori. Gli under 35 che sognano di avviare un’attività potranno fare richiesta a Invitalia che concederà finanziamenti fino a 50.000 o 200.000 euro, a seconda del numero dei soci coinvolti. Il 35% della somma concessa sarà a fondo perduto mentre la cifra restante sarà erogata a tasso zero dagli istituti convenzionati.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca