02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Prestiti: crescono quelli per la salute

Pubblicato il 5 dicembre 2018
Prestiti personali: italiani attenti alla salute

L'importo medio richiesto ha superato i 10.300 euro.

Gli italiani richiedono sempre più prestiti personali, ma cambiano le loro priorità. Stando infatti ai dati emersi da un Osservatorio congiunto di Facile.it e Prestiti.it realizzato su un campione totale di circa 150.000 domande di finanziamento, i nostri connazionali stanno rivedendo la lista dei loro desideri e necessità. 

Secondo questo studio, nel corso dei primi 10 mesi del 2018 è stato registrato un aumento considerevole delle domande di credito destinato al consolidamento debiti, che hanno raggiunto il 13,1% dal 9,5% del 2017. Ad aumentare in modo considerevole anche le richieste di prestito per l'acquisto di arredamento e, soprattutto, quelle per far fronte a cure mediche, la cui percentuale in un anno è passata dal 3,7% all’attuale 5%.

Si continuano dunque a richiedere finanziamenti, ma adesso lo si fa per scopi leggermente diversi. Entrando  maggiormente nel dettaglio di questa analisi, tra le richieste per le quali è stata specificata la finalità emerge al primo posto il desiderio di acquistare un’auto usata (22% dei casi), seguita a ruota dalle domande presentate con la volontà di ottenere una somma extra da impiegare in opere di ristrutturazione (21%), in leggera contrazione rispetto a quanto era stato rilevato nel corso del 2017.

Sul fronte della somma richiesta nei primi 10 medi del 2018 questa risulta essere leggermente cresciuta e si è attestata sui 10.334 euro, che ha però come diretta conseguenza la crescita dei piani di ammortamento che hanno raggiunto le 62 rate, contro le 60 precedenti.

Per ciò che invece riguarda il profilo del richiedente, le elaborazioni lo collocano con un’età media attorno ai 42 anni, soprattutto grazie alle maggiori richieste di finanziamento presentate dalla fascia under 35 che da soli rappresentano il 31,9% del totale. Permangono in modo ancora piuttosto accentuato le differenze di genere: le domande di credito da parte delle donne risultano ancora essere piuttosto marginali (28%) e di entità meno consistente; secondo le stime, infatti, gli uomini puntano ad ottenere almeno il 10% rispetto al gentil sesso. 


 

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca