02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

21 dicembre 2015

News - Novità per i prestiti vitalizi

Nuove linee guida per i prestiti vitalizi in Italia

Prestiti vitalizi: novità entro la fine dell’anno

Grandi novità in arrivo per ciò che riguarda i prestiti vitalizi. Il Mise (Ministero dello Sviluppo Economico) ha infatti promesso che entro la fine dell’anno sarà rispettata la scadenza relativa al regolamento di attuazione della specifica norma presa in esame e rivista lo scorso marzo 2015. Tutti gli istituti bancari e finanziari dovranno quindi mettersi in linea in breve tempo con le condotte guida definite per questo specifico strumento.
Si tratta di una particolare tipologia di finanziamento che differisce dai tradizionali prestiti casa sotto numerosi punti di vista. Condizione essenziale per accedere al prestito vitalizio è l’età: in questo caso il contraente dovrà aver compiuto il sessantesimo anno di età e dovrà essere proprietario di un immobile residenziale, sul quale sarà applicata un’ipoteca di primo grado. È inoltre un finanziamento a lungo temine che non prevede il rimborso di rate o la definizione di un piano di ammortamento fino alla morte del contraente stesso. Al verificarsi di questa circostanze le varie spese ed interessi saranno capitalizzati e spetterà agli eredi saldare la cifra necessaria tenendosi la casa oppure metterla in vendita. 
Anche sul fronte dell’importo ci saranno delle differenze rispetto ai classici prestiti casa: l’importo del prestito vitalizio è variabile e si basa sul rapporto di due parametri diversi e, nei fatti, dell’età del richiedente e del valore dell’immobile. Ci sono comunque dei limiti relativi all’importo erogabile per ogni richiesta: questo infatti dovrà necessariamente essere compreso tra un minimo del 15% ed un massimo del 50% del valore della stessa abitazione. Non sono, al contrario, previste delle differenze sostanziali per ciò che riguarda i tassi di interesse applicati rispetto ad un finanziamento casa tradizionale.
La normativa che sarà applicata per questo interessante e nuovo strumento prevede anche specifiche direttive nel caso in cui ci sia la comproprietà di un immobile che lega quindi i due coniugi ad un unico prestito.
 

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.