02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

20 giugno 2016

News - Findomestic fotografa le prossime vacanze

Tra prestiti e risparmi, ecco come saranno le prossime vacanze italiane

Osservatorio Findomestic: le vacanze italiane

È arrivata l’estate e per molti di noi ciò coincide con la voglia di relax e la necessità di staccare la spina, magari programmando qualche giorno in un luogo diverso dalla propria città e dai luoghi della vita quotidiana. 
Quali sono le mete predilette dagli intervistati? A darci una risposta a questo curioso quesito ci ha pensato di recente l’ultimo Osservatorio di Findomestic che si è occupato di condurre un interessante sondaggio sia tra coloro che hanno la fortuna di poter pagare in cash le proprie ferie che tra chi invece ha dovuto richiedere un prestito personale per mettere in pratica i propri piani di viaggio.
6 italiani su 10 (57% del campione esaminato) hanno dichiarato che la meta ideale per le proprie vacanze è proprio il nostro Paese, specialmente nel segmento degli over 35. Un dato in sensibile crescita (7 su 10) se si analizza le risposte di coloro tra i 55 ed i 64 anni. Le ragioni alla base di questa preferenza sembrano essere in primo luogo la volontà di accrescere la conoscenza della propria terra (31%) seguita a ruota dalla maggiore semplicità che si ha nel raggiungere le destinazioni (25%).
Rimane comunque un numero considerevole quello dei nostri connazionali che non vuole abbandonare il progetto di una trasferta in terra estera ed, in particolar modo, i giovani in una fascia d’età compresa tra i 18 ed i 34 anni spinti da un costante desiderio di scoperta e dalla curiosità di conoscere nuovi posti e culture diverse. Ad ogni modo più di un terzo del campione esaminato (3 italiani su 10) ha dichiarato di prediligere le mete straniere perché, sempre più spesso, si riescono ad individuare offerte economiche e più convenienti rispetto a quelle esistenti per le città italiane
Ma cosa spinge invece i viaggiatori stranieri verso il Bel Paese? Su questo punto i vari intervistati non hanno grandi dubbi: la gastronomia (con il 47%) ed il ricco patrimonio artistico (44%) la fanno da padroni, facendo posizionare ai primi posti nella classifica di gradimento le maggiori città d’arte piuttosto che le zone strettamente balneari.
 

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca