02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Crescono le richieste di prestito

Pubblicato il 22 aprile 2016
Crif: trend positivo per i prestiti

Richieste di prestito: ottime performance nel primo trimestre del 2016

Cresce la richiesta di prestiti personali da parte delle famiglie italiane nel corso del passato mese di marzo che ha segnalato, nel complesso, un +5,1%. Ecco le ultime rilevazioni rese note dal Barometro Crif che evidenziano come, a conclusione del primo trimestre del 2016, il trend di questo inizio anno sia nettamente positivo con un eloquente +9% rispetto allo stesso periodo del 2015. Queste ultime evidenze confermano inoltre la dinamica in miglioramento dell’intero comparto, cominciata a partire dall’ottobre del 2014, mettendo in luce come gli italiani stiano gradualmente riacquistando fiducia dopo anni particolarmente duri sotto il profilo economico.
Entrando maggiormente nel dettaglio dell’indagine firmata Crif, sono i finanziamenti finalizzati, ed in particolar modo i prestiti auto e i prestiti casa, ad aver registrato una crescita notevolmente vivace (+17,0%) rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. A livello generale possiamo affermare di aver appena concluso il miglior primo trimestre degli ultimi sette anni. Anche i prestiti personali a marzo registrano performance degne di nota con un bel +1,4%.
Segnali incoraggianti anche per ciò che riguarda l’importo dei finanziamenti richiesti dagli italiani che si è attestato, nel primo trimestre del 2016, attorno agli 8.548 euro contro i 7.950 euro dello stesso periodo del 2015. A livello complessivo la classe di importo più richiesta è quella che non supera i 5.000 euro con il 47,4% di preferenze. 
Per ciò che invece riguarda il piano di ammortamento prediletto, nei primi tre mesi del 2016, per i finanziamenti richiesti la fascia superiore ai  5 anni ha registrato buoni risultati con un aumento del 2,2% raggiungendo la quota del 22,6% del totale. In leggera diminuzione il segmento di durata inferiore ai 12 mesi sceso al 17,8% contro il 24,2% del 2015. Questa propensione per piani di rimborso più lunghi, unita alla richiesta di importi non troppo alti, mette in evidenza la propensione degli italiani a preferire rate mensili che non incidano troppo duramente sul bilancio familiare.
 

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca