02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Aumenta la cultura finanziaria delle donne italiane

Pubblicato il 30 ottobre 2019
Aumenta la cultura finanziaria delle donne italiane

Le donne risultano sempre più fondamentali nella gestione economica del bilancio famigliare. Lo dice la ricerca Agos Monitor curata da Eumetra MR e presentata in occasione del Mese dell’educazione finanziaria. Secondo lo studio, il 70% delle donne si occupa direttamente della gestione del risparmio famigliare, da sole o in coppia: in entrambe le situazioni si parla di un 35% di media. Non solo; secondo il report, le donne sono sempre più attive nell’amministrazione dei soldi, anche in settori che vengono considerati meno tradizionali, come ad esempio l’acquisto e la gestione dell’auto. Tutto con un bisogno condiviso, ossia quello di aumentare la cultura finanziaria, anche in relazione ad aspetti particolari come i prestiti personali.

Il 74% delle donne italiane partecipa alla gestione del denaro di famiglia. Quello tracciato dalla ricerca di Eumetra MR è uno scenario che evidenzia un cambiamento, annotando addirittura ulteriori possibilità di miglioramento. La cultura finanziaria femminile aumenta, ma è ancora troppo autodidatta. La ricerca restituisce, infatti, un universo femminile che partecipa attivamente alla gestione dei soldi in famiglia, non soltanto per le spese che riguardano la casa, il cibo, l'abbigliamento e i figli, ma anche nella gestione sia del denaro che degli investimenti (compresi i prestiti personali). In tutto questo settore, oggi, prendono parte il 74% delle donne.

Al partner spetta ancora la gestione delle bollette e dell'auto. Resta vero che l'amministrazione complessiva della casa viene fatta di comune accordo tra i coniugi, ma oggi si fanno avanti alcune differenze che prima non c'erano. Dalla ricerca emerge la gestione condivisa col partner delle spese che servono per le vacanze, per la dotazione tecnica della casa e per la gestione del risparmio. Rimangono ancora a esclusivo appannaggio maschile, invece, le voci che riguardano gestione di condominio e bollette, l'acquisto e la gestione di auto e moto.

Il 20% delle donne italiane pianifica tutto. L’autonomia, invece, secondo il report, riguarda in particolare le situazioni nelle quali le donne vivono da sole, sono single, separate oppure vedove. Il 69% delle donne controlla con frequenza le spese, soprattutto ex post: più attenta è la pianificazione soprattutto se si tratta di grandi spese, mentre quelle più piccole continuano a essere gestite alla giornata. Più in dettaglio, la ricerca attesta che il 20% delle donne pianifica tutto, mentre il 58% è in una fascia intermedia di pianificazione: il 33% pianifica le spese più grandi e intanto accantona una quota di risparmi per le spese impreviste, il 25%, invece, pianifica soltanto le spese grandi e non quelle piccole. In ultimo, il 22% delle donne affronta le spese man mano che si presentano.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio, nato a Genova, è un giornalista professionista la cui attività è principalmente focalizzata su temi di economia e borsa.

Ha lavorato a La Repubblica, nei primi anni ’90, dedicandosi alla cronaca e collaborando, nello stesso periodo, con diverse televisioni private liguri. Trasferitosi a Milano, ha lavorato come capo redattore di Italia-iNvest.com, il primo sito specializzato in economia in Italia. Franco Canevesio ha anche lavorato al sito di Giuseppe Turani “Lettera finanziaria”. Per ciò che concerne la carta stampata ha collaborato con La Repubblica – Affari & Finanza ed è stato redattore capo di Finanza e Mercati. Attualmente, lavora presso MF-Milano Finanza.

Cerca