02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Furti di identità e frodi creditizie secondo il Crif

Pubblicato il 18 gennaio 2016
Frodi creditizie: importi in aumento

In crescita le frodi creditizie attraverso i prestiti personali

L’Osservatorio Crif sui furti d’identità e le frodi creditizie ha evidenziato, durante la sua ventunesima edizione, come nel primo semestre del 2015 gli illeciti volti ad acquisire beni o ottenere credito in modo fraudolento attraverso il furto di identità continuino ad essere un serio problema. 

Sono infatti stati rilevati in soli sei mesi quasi 8.000 casi del genere, in leggerissima diminuzione rispetto al periodo precedente ma con un aumento per quello che riguarda l’importo medio frodato che si attesta così sui 5.952 euro registrando un +2%.

Il prestito personale finalizzato all’ acquisto di beni risulta essere la tipologia di operazione attraverso la quale, nella maggior parte dei casi, questi furti vengono effettuati; il 74,3% delle frodi creditizie sono difatti messe in atto mediante prestito personale finalizzato e spesso tutto ciò avviene presso punti vendita che devono in tempi brevi rispondere alla domanda del falso cliente senza poter controllare a fondo. Al contrario sembra che i vari istituti di credito riescano ad incorrere con meno frequenza nella frode grazie ai maggiori e numerosi controlli effettuati. 

Entrando maggiormente nel dettaglio, il documento dell’Osservatorio Crif esamina anche la tipologia di beni acquistati tramite finanziamento fraudolento ed al primo posto si piazzano gli elettrodomestici ed i prodotti di elettronica o informatica con un 52,7% del totale in netto incremento rispetto all’anno precedente. Per quello che riguarda l’importo frodato la fetta più consistente riguarda l’acquisto di auto e moto che ricoprono solo il 6% del totale ma l’importo medio superiore è di 11.000 euro.

Per quanto concerne la diffusione delle frodi sul territorio italiano emerge che oltre la metà, nel primo semestre del 2015, sono avvenute al sud e nelle isole, ma l’unica area in cui sono aumentate risulta essere il Nord Ovest, con un incremento del 5% rispetto all’ anno precedente mentre la diminuzione maggiore è avvenuta nel Nord Est con un meno 12%.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca