02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

La ristrutturazione può essere un'alternativa all'acquisto

Ufficio stampa di Prestiti.it

La ristrutturazione può essere un'alternativa all'acquisto

3 luglio 2012
La ristrutturazione può essere un'alternativa all'acquisto

Quando ottenere un mutuo diventa un miraggio, chi può prova a rinnovare la casa che possiede già ricorrendo ad un prestito: secondo il broker Prestiti.it (www.prestiti.it) i finanziamenti richiesti per ristrutturazioni rappresentano ormai il 13% del totale delle domande di prestito personale.

L’analisi, svolta da Prestiti.it su oltre 40.000 preventivi di finanziamento arrivati da gennaio a giugno 2012, ha definito la richiesta tipo per questo modello di rateizzazione: l’importo medio a cui si aspira è elevato, pari a 16.800 euro (ma non così alto da giustificare la richiesta di un mutuo, e quindi di un’ipoteca, per la ristrutturazione) da restituire in ben 78 mesi.

Interessante notare che il richiedente tipo, la cui età è 43 anni, ha dalla sua un buono stipendio: la somma media che dichiara è di circa 1.700 euro al mese, addirittura 1.800 nelle regioni del Nord Italia.

Più di altre forme di finanziamento, il prestito per ristrutturazione presenta significative variazioni nella richiesta tipo a seconda della regione italiana che prendiamo in considerazione: l’impatto di questi prestiti sul totale delle domande presentate è nettamente più alto a Sud. Se isoliamo, infatti, solo le regioni del Mezzogiorno la percentuale di domande sale in maniera netta, passando dal 13 al 17%, con un picco del 20% in Calabria e del 18% in Puglia. Di contro, in regioni come il Trentino Alto Adige la percentuale è ferma al 5%.

Questo dato è interpretabile alla luce di più fattori: innanzitutto, la disponibilità di immobili più grandi – appartenenti magari ai genitori o ai nonni – che si riesce a dividere in più unità abitative; in secondo luogo, la maggiore “stanzialità” dei cittadini del Sud Italia, meno inclini al trasloco di quelli del Centro e del Nord Italia. I due fattori, insieme, spiegano il perché nelle regioni del Mezzogiorno ci sia questa maggiore attenzione, che si unisce alla domanda di importi leggermente più elevati (17.500 euro, con la Sicilia prima in classifica con i suoi 19.500 euro) nonostante lo stipendio medio dichiarato in fase di preventivo sia più basso (1.500 euro). 

Le domande per questa tipologia di finanziamento arrivano molto più dagli uomini: se è vero che in Italia questi hanno, in media, stipendi più elevati rispetto alle donne, si comprende il perché ben il 71% dei preventivi arrivi da soggetti di sesso maschile; evidentemente, fare affidamento su un reddito più elevato permette di ottenere con più facilità un prestito abbastanza ingente, cosa di cui ha bisogno chi sta per ristrutturare casa.

«Se l’accesso al credito e l’ottenimento di un mutuo si fanno sempre più difficili – dichiara Marco Giorgi, Direttore Marketing di Prestiti.itgli Italiani si adeguano e quando non riescono a comprare un nuovo immobile provano a migliorare quello che possiedono già: da qui si spiega come, nonostante la crisi, la percentuale di chi chiede questo finanziamento non accenni a diminuire. Con importi inferiori rispetto a quelli tipici di un mutuo è più semplice ottenere una somma adeguata per riammodernare la propria abitazione».

Di seguito la classifica delle Regioni italiane in base all’incidenza delle richieste di prestito per la ristrutturazione sul totale dei preventivi giunti a Prestiti.it negli ultimi sei mesi e quella in base all’importo medio richiesto:


 

Percentuale di richieste di prestiti ristrutturazione

Calabria

20%

Puglia

18%

Basilicata

18%

Sicilia

17%

Campania

17%

Liguria

16%

Valle d'Aosta

15%

Sardegna

15%

Lazio

15%

Toscana

12%

Friuli Venezia Giulia

12%

Piemonte

11%

Abruzzo

10%

Lombardia

10%

Marche

10%

Emilia Romagna

10%

Umbria

9%

Molise

9%

Veneto

8%

Trentino Alto Adige

5%

 

Importo medio

 richiesto

Sicilia

19.500

Basilicata

19.000

Sardegna

18.700

Veneto

18.000

Campania

17.500

Trentino Alto Adige

17.500

Lazio

17.000

Lombardia

17.000

Molise

17.000

Umbria

17.000

Abruzzo

16.700

Liguria

16.700

Toscana

16.500

Piemonte

16.000

Marche

15.500

Puglia

15.000

Emilia Romagna

14.000

Calabria

13.500

Friuli Venezia Giulia

12.500

Valle d'Aosta

12.500

Altri comunicati stampa

Contatti Ufficio stampa

Per informazioni dettagliate sui comunicati di Prestiti.it o per fissare un’intervista, puoi contattare il nostro ufficio stampa. Resta informato sulle novità dell’azienda e sul mondo finanziario, richiedi l’inserimento nella mailing list di Prestiti.it.

Ufficio stampa

  • Home ufficio stampa La sezione è dedicata alle attività dell’ufficio stampa Prestiti.it e contiene tutte le informazioni sull’azienda e sui servizi offerti.
  • Dicono di noi Resta informato sulle novità della nostra azienda: scopri i media cosa dicono di noi e del servizio di comparazione Prestiti.it
  • Comunicati stampa Leggi i comunicati stampa e scopri i risultati delle ricerche di mercato, diffuse da Prestiti.it, relative al mondo prestiti e finanziamenti.
  • Comunicati stampa partner In questa sezione trovi i comunicati stampa diffusi dai Partner di Prestiti.it

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.