02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Quanto costa vivere con un amico a quattro zampe

Pubblicato il 3 ottobre 2019
Quanto costa vivere con un amico a quattro zampe

Componenti della famiglia a tutti gli effetti, gli animali domestici offrono affetto e compagnia in cambio di cura e attenzione. Per garantire loro tutto ciò di cui hanno bisogno occorre però sostenere alcuni costi che è opportuno conoscere per programmare le altre spese familiari ed eventualmente chiedere un prestito personale.

A fornire un aiuto in questo senso è l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori che ha effettuato un’indagine sui costi di mantenimento di cani, gatti e conigli, tenendo in considerazione le esigenze di animali adottati e in buona salute. Nel caso in cui il nostro amico a quattro zampe abbia bisogno di particolari terapie, infatti, le cure mediche possono arrivare a costare anche migliaia di euro.

In sintesi, l’associazione stima costi che variano da 1.600 a 2.400 euro per il primo anno di vita di un cane e circa 200 euro in meno per gli anni successivi. Per un gatto occorrono 1.100 euro nel primo anno e 870 negli anni seguenti. Se si sceglie un coniglio, invece, i costi si fermano a circa 200 euro.

Entrando nel dettaglio, mantenere un cane nel primo anno di vita costa dai 1.631,80 ai 2.421,50 euro sulla base della sua taglia. Negli anni successivi la spesa da sostenere è di 1.427 euro annui per un cane di taglia piccola e di 2.159,70 euro annui per un cane di taglia medio/grande.

A questi costi si arriva prendendo in considerazione voci diverse. C’è ad esempio quello dei croccantini, che oscilla da una media di 250 euro per i cani di piccola taglia a una di 365 euro per quelli di taglia medio-grande, cui si aggiungono altri costi come quello dell’umido (da 310 euro a 650 euro). La voce salute prende in considerazione una serie di spese: ci sono le visite dal veterinario (Federconsumatori ne calcola due) e il vaccino, il microchip (30 euro), farmaci vari e l’antiparassitario (una volta al mese) che, ad esempio, ha costi variabili da 81 a 108 euro annuali.

C’è includere poi la tolettatura: di solito se ne fa una al mese, con costi che a seconda della taglia variano da 276 a 440 euro su base annuale. Altre voci sono una tantum, o comunque non su base annuale, perché fanno parte del corredo della vita con il cane: pettorina, ciotole, medaglia con incisione, guinzaglio, cuccia, trasportino e quant’altro.

Il mantenimento di un gatto, stima Federconsumatori, ha invece costi annui inferiori: ammontano a 1.152 euro per il primo anno di vita e a 873 euro per gli anni successivi. In questa stima sono inclusi: 210 euro per i croccantini e 275 per l’umido, le spesa sanitarie e quelle legate al corredo che comprende 138 euro per la sabbia, 35 euro per la cassetta igienica, 25 euro per il trasportino.

Qualora si scelga di vivere con un coniglio, i costi medi sono decisamente più bassi: 217 euro per il primo anno e a 117 euro per quelli seguenti.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Rosaria Barrile, giornalista professionista nata a Milano e laureata in Scienze Politiche, ha iniziato nel 2004 ad occuparsi di prodotti e servizi bancari e assicurativi per conto di un periodico specializzato e da allora non ha mai smesso.

In passato ha collaborato, tra gli altri, con il settimanale Soldi, la testata on line Etica News e il portale dedicato alle donne alfemminile.com. Ha condotto i servizi esterni della trasmissione Salvadenaro, programma di educazione finanziaria andato in onda sul canale 7Gold. Collabora attualmente con le testate on line Lamiafinanza.it, Lamiafinanza-green.it, Lamiaprevidenza.it, Banca e Mercati, e i mensili Largo Consumo e Bluerating.

Cerca