02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Lavoro: solo 1 italiano su 3 è soddisfatto

Pubblicato il 17 ottobre 2017
Italiani insoddisfatti del proprio lavoro

Il 54% ritiene lo stipendio inadeguato

Secondo i dati raccolti dall’ultimo Osservatorio curato da Findomestic, importante realtà nell’ambito del credito al consumo, noi italiani siamo poco soddisfatti sul fronte lavorativo. Riuscire a guadagnarsi una sicurezza economica oggi risulta infatti essere ancora molto difficile e, tra coloro che ce l’hanno fatta, notevoli criticità emergono sulle eventuali opportunità di carriera nel proprio percorso. Sotto questo punto di vista solamente il 36% del campione trova appagante il proprio avanzamento aziendale. A far storcere la bocca ai nostri connazionali però c’è anche lo stipendio percepito, ritenuto da più di un intervistato su due (54%) non in linea con il lavoro svolto.

A livello più generale, l’Osservatorio Findomestic rileva un miglioramento del sentiment degli italiani, sempre più positivi e fiduciosi nel futuro. Risulta infatti essere in crescita il numero delle famiglie che si sentono adesso pronte a fare investimenti, a lungo rimandati a causa della crisi, sostenute in particolar modo dall’erogazione di prestiti personali sempre più modulabili a seconda delle specifiche esigenze. Tra i progetti in crescita si confermano ancora buoni numeri per il settore delle auto nuove che su base annua sono cresciute del +2,3%. Cifre da record sono state messe in luce anche per il settore casa che su tutte le voci rispetto al passato mese di maggio evidenzia un incremento del +2,2%.

Casa e auto. Si tratta di un trend che parla chiaro: nonostante la scarsa soddisfazione per la propria situazione lavorativa a prevalere sono gli affetti e la comodità. Il 60% degli italiani ha pensato almeno una volta di cambiare lavoro ma anche se la nostra penisola offre meno opportunità rispetto ad altri paesi solamente due intervistati su dieci sceglierebbero un trasferimento all’estero per inseguire le proprie ambizioni professionali. Sia uomini che donne sono concordi nel desiderare un buono stipendio e un posto fisso ma questo rapporto mette in evidenza anche un interessante spaccato per genere: il gentil sesso preferirebbe poter contare su orari flessibili, che permetterebbero una migliore gestione delle altre attività familiari, mentre gli uomini cercherebbero maggiori opportunità di carriera e un più ampio potere decisionale.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca