02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Il Barometro Crif è positivo sui prestiti

Pubblicato il 6 giugno 2016
Crif: Bene i prestiti personali

Risultati positivi per i prestiti in Italia

Ottime notizie per ciò che riguarda le domande di prestito da parte degli italiani ai vari istituti di credito che ad aprile hanno segnalato, nel complesso, una crescita record del +13% rispetto allo stesso mese del 2015, che a sua volta aveva messo in luce già performance notevolmente positive.
Ecco quanto emerso dall’ultimo Barometro Crif che, prendendo in esame i dati di oltre 78 milioni di posizioni creditizie, ha sottolineato come il numero attuale relativo alle richieste di finanziamento sia il più alto registrato dal 2011. In linea di massima gli italiani sono più orientati ai consumi ed agli acquisti dato questo clima di crescente fiducia anche se l’approccio di base rimane comunque cauto.
Nei primi quattro mesi del 2016 le domande di prestito personale hanno segnalato nel complesso un eloquente +10% anche se rimane un gap considerevole rispetto alle percentuali delineate nel periodo pre crisi.
Entrando maggiormente nel dettaglio, la crescita più vivace è stata evidenziata dal segmento dei prestiti finalizzati, ed in particolar modo prestiti auto oppure per l’elettronica ed i viaggi, che ad ottobre hanno segnalato un +18,4% rispetto al medesimo periodo del 2015. Parallelamente si rinforzano però anche i prestiti personali con una dinamica in positivo del  +7,4%.
Buone novità anche sul fronte dell’importo che nei primi quattro mesi dell’anno si è attestato attorno a 8.577 euro, superando del 5,5% la cifra del precedente anno.
Per quanto riguarda la durata gli italiani continuano a preferire, in quasi la metà dei casi (48,8%), piani di rimborso superiori ai tre anni con lo scopo di alleggerire la rata del prestito in modo da non avere un impatto eccessivo sul bilancio familiare. 
Stando ai dati dell’ultimo Barometro, il maggior numero di richieste di prestito personale o finalizzato nei primi quattro mesi del 2016 sembra essere stato presentato dalle “classi centrali” e cioè da quella che va dai 45 ai 54 anni (25,4%) e dai 35 ai 44 anni (24,3%). Nonostante ciò è doveroso segnalare una crescita decisamente consistente delle domande presentate dai giovani under 34.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Francesca Lauritano, dopo una formazione iniziale di stampo umanistico ha deciso di indirizzare i suoi studi nel campo della comunicazione e del marketing attraverso un Master in Comunicazione d'Impresa.

Un percorso lavorativo variegato e trasversale: da archeologa a community manager, attualmente si sta occupando di ufficio stampa e media relations. Parallelamente sta approfondendo i suoi interessi per ciò che riguarda la comunicazione sul web e sui social.

Cerca