02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

L'emergenza Covid costerà 536 euro in più a famiglia

Pubblicato il 15 maggio 2020
L'emergenza Covid costerà 536 euro in più a famiglia

Ecco le spese aumentate

L'emergenza Covid-19 mette a dura prova il bilancio delle famiglie italiane. L'allarme, uno dei tanti, arriva da uno studio condotto dall'Osservatorio Nazionale Federconsumatori per l'Adnkronos. Prendendo in esame gli aumenti dei consumi fondamentali delle famiglie italiane, tralasciando quelli per i servizi o per i beni non essenziali come viaggi e ristoranti, l'aggravio delle spese, in termini annui, è stimabile in 536,37 euro. Se, infatti, la clausura forzata in casa ha fatto risparmiare su carburante, trasporti e cene fuori casa, d'altra parte ha picchiato duro sulla spesa alimentare e sulle utenze domestiche, due voci che registrano un aumento notevole dei consumi. Per questo, è stimabile che se il dato di febbraio fornito dal Crif sull'andamento dei prestiti personali registra un +3,6%, è prevedibile che il futuro del settore non sia poi così nero, viste le spese aggiuntive che dovremo prepararci a sostenere.

Spesa alimentare + 504 euro a famiglia. Smart working e chiusura delle scuole incidono su voci di spesa che prima del lockdown erano sconosciute o comunque ammortizzate dal fatto di passare la maggior parte della giornata in ufficio. È la spesa alimentare su cui gravano forti tensioni nei prezzi, a rappresentare la voce più interessata dagli aumenti che dovrebbero raggiungere, in termini annui, la soglia di +504 euro, il 9% in più sulla spesa annua di una famiglia sulla base dei dati Istat. Aggravio rilevante che ovviamente andrà a colpire soprattutto le famiglie meno abbienti.

Più di 300 euro in spese per consumi. Attenzione poi all'aumento dei costi per l'energia elettrica e il gas, stimato in 256 euro, tra riduzioni di tariffe applicate dal 1 aprile e incremento dei consumi. A questo si somma l'aumento dei costi per l'acqua stimato in oltre 56 euro: e così il totale delle spese in più per i consumi sale a 312 euro su base annua.

La speculazione ci costa 136,6 euro. Come se non bastasse, a tutto questo bisogna aggiungere le speculazioni avvenute su alcuni prodotti come mascherine, igienizzante per le mani, alcol e, ultimo arrivo, i guanti in lattice: tutte voci che, per una famiglia tipo, comportano un aumento di 136,6 euro.

Oltre 110 euro per cura della casa e della persona. Perché gli articoli per la cura della casa, infatti, aumentano di 43 euro mentre quelli per la cura della persona rincarano di 70 euro. Per cui ecco che lo studio condotto da Federconsumatori sui dati dell'Istat e di Arera, sottraendo agli aumenti più o meno 530 euro risparmiati per i trasporti, per il carburante e per i parcheggi, stima l'aggravio finale dei costi per le famiglie italiane nei 536,37 euro di cui abbiamo parlato all'inizio.

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Prestiti: ottieni fino a 75.000€ Confronto Prestiti »

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio, nato a Genova, è un giornalista professionista la cui attività è principalmente focalizzata su temi di economia e borsa.

Ha lavorato a La Repubblica, nei primi anni ’90, dedicandosi alla cronaca e collaborando, nello stesso periodo, con diverse televisioni private liguri. Trasferitosi a Milano, ha lavorato come capo redattore di Italia-iNvest.com, il primo sito specializzato in economia in Italia. Franco Canevesio ha anche lavorato al sito di Giuseppe Turani “Lettera finanziaria”. Per ciò che concerne la carta stampata ha collaborato con La Repubblica – Affari & Finanza ed è stato redattore capo di Finanza e Mercati. Attualmente, lavora presso MF-Milano Finanza.

Cerca