02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Credito e Consumi

Blog - Un prestito per il verde

Pubblicato il 5 settembre 2016

Un prestito per il verde

Un prestito per godersi appieno l’estate senza allontanarsi di un passo da casa? Sì, si può. Anche se un’altra stagione si sta avviando a passo svelto verso la conclusione. Non è detto, infatti, che settembre e, forse, perfino il mese di ottobre non ci riservino domeniche degne di essere vissute all’aria aperta, sotto un sole piacevole seppure non agostano. Per chi ha una casa con giardino, ciò potrebbe significare nuove grigliate in compagnia della famiglia o con gli amici: gli ultimi colpi prima di deporre gli arnesi del barbecue in attesa della prossima bella stagione. E se il giardino c’è ma non è attrezzato per ricevere gli ospiti oppure ha bisogno di una bella sistemata? Ecco allora che i mesi di pausa tra novembre e aprile si possono utilizzare per valutare la possibilità di far fare tutti i lavori necessari. Di questi tempi, il verde è un tema caro anche a chi ci governa: un anno fa circolò la notizia di un disegno di legge contenente un bonus fiscale per i lavori di sistemazione del verde privato, inclusi la creazione e la manutenzione di giardini, aiuole e cortili.

Nello specifico, il ddl, che prevedeva “Misure di agevolazione fiscale per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte di pertinenza delle unità immobiliari di proprietà privata”, puntava a introdurre una detrazione dal lordo dell’Irpef pari al 36% per le spese sostenute, appunto, per le opere di “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, oltre che per la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. In particolare, la detrazione riguardava le spese per importi compresi fra i 2.000 e i 30mila euro e, per i condomini, tra i 5.000 e i 50mila euro. Ad oggi, però, il ddl risulta ancora in stand by. Qualche possibilità la offre forse l’ultima legge di Stabilità, con le detrazioni fiscali al 50% e al 65% previste per i lavori sulla casa e sulle sue pertinenze: tuttavia, prima di muoversi è consigliabile consultare il proprio commercialista di fiducia per capire se e dove, nel dettaglio, sono contemplate detrazioni sui lavori che si ha in programma di fare.

Fatta questa premessa, può essere utile ricordare che - detrazione o non detrazione - anche per far fronte a eventuali lavori di sistemazione dei giardini e delle aree verdi privare si può valutare il ricorso a un prestito personale. Questa forma di credito al consumo - che si può richiedere presso banche o finanziarie oppure trovare online tramite gli appositi comparatori accreditati come mediatori creditizi - consente in genere di ottenere un finanziamento fino a 60mila euro, rimborsabile in 120 rate. Il prestito personale, al contrario di quello finalizzato, non è vincolato all’obiettivo di spesa per il quale lo si domanda: in altre parole, banca o finanziaria consegnano il gruzzolo e poi noi lo spendiamo come meglio crediamo. I requisiti per poter fare un preventivo sono la maggiore età, un reddito dimostrabile e possibilmente una storia di finanziamenti felicemente risolti, a ulteriore dimostrazione della nostra affidabilità.

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Credito e Consumi
blog di Maria Paulucci

Nata a Rieti, gli studi universitari a Roma, a Milano dal 2006. Dal 2007 al 2011 ha lavorato in Class CNBC, canale televisivo di economia e finanza del gruppo Class Editori. Nell'agosto del 2011 si è unita alla squadra di Blue Financial Communication. A dicembre 2017 è iniziata la sua esperienza in AdviseOnly.

Cerca