02 55 55 666 Lun-Ven 9.00-21.00,
Sab 9.00-18.00

Mondo prestiti

Il mercato dell'auto è sempre più bonus

Pubblicato il 30 ottobre 2020
Il mercato dell'auto è sempre più bonus

L’automobilista italiano è più ambientalista

Il Covid-19 continua a dettare legge nella vita quotidiana degli italiani. Anche nel segmento auto la paranoia da virus si fa sentire: paura di essere contagiati e incentivi all’acquisto di automobili più ecologiche sono i due fattori su cui si sta poggiando la trasformazione del mercato in atto. Anche perché l’auto resta il mezzo più usato per gli spostamenti e i prestiti auto sempre più convenienti spingono all'acquisto.

Sempre più ibride. Un italiano su due si dichiara pronto a usufruire dei nuovi bonus del governo per cambiare l'auto, sfruttando i bassi tassi d'interesse in caso di prestiti personali. Ma, forse anche a causa del coronavirus, quello che emerge dalle statistiche è che l’automobilista italiano è più ambientalista: il 46%, infatti, preferisce auto ibride. Non solo: torna in auge la concessionaria, visto che il 90% degli italiani preferisce andare in un salone a comprare la nuova auto. Sono questi i dati principali della ricerca "Come cambiano le abitudini ai tempi del Covid" curata da Areté, società di consulenza specializzata nell'automotive.

Effetto virus: il 70% è più sicuro se usa l’auto. Sempre dalla ricerca di Areté risulta che il 70% degli italiani usa l'auto come mezzo preferito per spostarsi abitualmente in questo momento di pandemia: il 9% si muove a piedi, il 6% in bici e soltanto il 9% si muove sui mezzi pubblici, soprattutto per andare a lavorare. Il 3% si affida alla condivisione, tra monopattini, car sharing e bike sharing.

Il 52% è disposto a chiedere un prestito per cambiare l'auto. Con questo effetto pandemia sale e, non di poco, l'appeal del noleggio a lungo termine: un italiano su dieci, infatti, si dichiara pronto ad affidarsi a questo tipo di soluzione. Soltanto il 30% si dichiara disposto ad acquistare l'auto in contanti: il 52%, ossia la maggioranza, pensa invece di ricorrere ad un prestito, mentre l'8% è propenso al leasing.

Il 63% la vuole elettrica, solo l'11% vota diesel. Sono evidenti, ormai, i riflessi che hanno avuto gli ecobonus sul mercato auto. Negli ultimi due mesi, infatti, si è verificata la parziale ripresa delle vendite: molto apprezzati dai consumatrori, gli incentivi hanno spinto all'acquisto anche se soltanto il 7%, finora, ne ha usufruito e il 46% dice di volerne approfittare nei mesi a venire. Per quanto riguarda l'orientamento degli automobilisti, la ricerca di Areté scopre che il 63% degli italiani si dichiara pronto ad acquistare auto elettriche: il 46% è per l'ibrido, 17% per il full electric. Perde ancora terreno il diesel, con l'11% del gradimento. Tra i motivi di scelta delle elettriche, svettano il risparmio economico (58%) e il minore inquinamento (40%).

Vota la news :

Valutazione media: 0,0 su 5 (0 voti)

Altre news

Prestiti: ottieni fino a 75.000€ Confronto Prestiti »

Scrivi un commento

Preventivo prestito

Confronta i prestiti online e risparmia su finanziamenti personali e cessione del quinto.

Il profilo dell'autore

Franco Canevesio, nato a Genova, è un giornalista professionista la cui attività è principalmente focalizzata su temi di economia e borsa.

Ha lavorato a La Repubblica, nei primi anni ’90, dedicandosi alla cronaca e collaborando, nello stesso periodo, con diverse televisioni private liguri. Trasferitosi a Milano, ha lavorato come capo redattore di Italia-iNvest.com, il primo sito specializzato in economia in Italia. Franco Canevesio ha anche lavorato al sito di Giuseppe Turani “Lettera finanziaria”. Per ciò che concerne la carta stampata ha collaborato con La Repubblica – Affari & Finanza ed è stato redattore capo di Finanza e Mercati. Attualmente, lavora presso MF-Milano Finanza.

Cerca